Morti Arezzo: gup,a processo 11 persone per omicidio colposo

Fuoriuscita gas argon uccise due impiegati in Archivio di Stato

(ANSA) - AREZZO, 06 APR - Per i due impiegati che morirono all'Archivio di Stato di Arezzo, il tribunale ha deciso 11 rinvii a giudizio per omicidio colposo plurimo. Il processo per la morte di Filippo Bagni e Piero Bruni, i due dipendenti dell'Archivio deceduti per esalazioni di gas argon, inizierà il 7 luglio. La decisione è stata presa dal gup Claudio Lara al termine dell'udienza preliminare. Due, tra gli indagati, le posizioni archiviate per le quali il giudice ha rigettato la richiesta di rinvio a giudizio avanzata dal pm Laura Taddei non ritenendo vi fossero profili di responsabilità. Andranno invece a processo, di fronte al giudice Giorgio Margheri, anche il direttore dell'Archivio e il vicedirettore. Tra gli imputati figurano anche incaricati delle ditte di manutenzione alternatesi nel tempo per la cura dell'impianto. Il processo si svolgerà con rito ordinario. La tragedia accadde il 20 settembre del 2018. Filippo Bagni e Piero Bruni corsero a verificare come mai stesse suonando l'allarme antincendio e, secondo i consulenti dell'accusa, in seguito ad una serie concatenata di eventi legati al malfunzionamento dell'impianto, furono vittime di un'uscita di gas argon che tolse loro l'ossigeno in un vano ristretto causando la loro morte in breve tempo. (ANSA).
   

      RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

      Video ANSA




      Modifica consenso Cookie