Vaccini: Toti, 15% sanitari lo ha rifiutato in Liguria

'Credo che sia un obbligo morale che vada introdotto legalmente'

"Intorno al 15% del personale sanitario in Liguria ha rifiutato il vaccino, non sono pochi, se si pensa che lavorano a contatto con pazienti fragili". Così il presidente della Regione Liguria Giovanni Toti stamani a Radio Capital motiva la possibile introduzione di una legge regionale sull'obbligatorietà del vaccino anti covid per i sanitari. "O uno se fa certi ruoli è obbligato a vaccinarsi per proteggere gli altri che vengono in contatto con lui, oppure ci sia la possibilità di non utilizzarli in determinati ruoli senza che questo faccia scattare una discriminazione sul posto di lavoro", aggiunge. 

 "Credo - ha detto in un altro passaggio - che il vaccino sia un obbligo morale che debba essere introdotto legalmente. Non abbiamo un vaccino omologato per i ragazzi sotto i diciotto anni. Se in una classe scolastica ci fosse un insegnante no-vax, sarebbe un trattamento giusto che nella classe accanto ci fosse un insegnante vaccinato e nell'altra no?". 

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Video ANSA




Modifica consenso Cookie