Al via 'Aula 162', nuovo modello di inclusione lavorativa

Presentato da Next e Procter Gamble

(ANSA) - ROMA, 20 GEN - Prende avvio oggi il progetto "Aula 162", che prevede la realizzazione di corsi di formazione e l'inserimento lavorativo di persone in difficoltà in tutta Italia. Dal paragrafo 162 dell'Enciclica di Papa Francesco prende il nome l'iniziativa di inclusione lavorativa e sociale realizzata dall'Associazione Next e Procter & Gamble nata per fornire una formazione gratuita a persone in difficoltà, con l'obiettivo di inserirle in aziende che hanno bisogno di manodopera e spesso non la trovano. Il progetto vede la collaborazione sul territorio di Caritas, Croce Rossa Italiana, ManpowerGroup e Fondazione Human Age Institute, partner che aiuteranno a selezionare i profili da formare e a collocarli o reinserirli nel mercato del lavoro.
    "Il progetto 'Aula 162' si inserisce nel programma di cittadinanza d'impresa 'P&G per l'Italia' con cui intendiamo contribuire in modo concreto a creare in Italia un futuro 'sostenibile' per tutti, a livello ambientale ma anche sociale, perché nessuna persona venga lasciata indietro - ha dichiarato Paolo Grue, Presidente e Amministratore Delegato di P&G Italia- Nei prossimi anni investiremo ancora di più per realizzare azioni concrete. Attraverso la formazione professionale e la ricerca di un lavoro, vogliamo aiutare persone che l'hanno perso a causa del Covid-19, persone vulnerabili, migranti, rifugiati e donne vittime di violenza. Questa iniziativa è per P&G il completamento di un progetto partito con la "lavanderia di Papa Francesco' nel 2017 con l'obiettivo di restituire la dignità alle persone". (ANSA).
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA




        Modifica consenso Cookie