Pamela: Assise Appello conferma ergastolo per Oseghale

Madre ragazza esulta. Oseghale, 'non l'ho uccisa io'

(ANSA) - ANCONA, 16 OTT - Confermata ad Ancona dalla Corte d'assise d'appello la condanna all'ergastolo con isolamento diurno di 18 mesi per Innocent Oseghale, 32enne pusher nigeriano, per l'omicidio della 18enne romana Pamela Mastropietro uccisa e fatta a pezzi il 30 gennaio 2018 a Macerata. Le accuse sono omicidio volontario aggravato della violenza sessuale, vilipendio, distruzione e occultamento di cadavere. "Bravi, grandi" ha detto Alessandra Verni, madre di Pamela al verdetto della Corte d'assise d'appello emesso in serata dopo cinque ore e mezza di camera di consiglio. La madre di Pamela ha esultato, frenata dal proprio legale. Oseghale, mentre stava uscendo dall'aula, scortato dalla polizia penitenziaria, ha detto ad alta voce: "non l'ho uccisa, va bene, capite tutti italiani". (ANSA).
   

      RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

      Video ANSA




      Modifica consenso Cookie