Fase 2: dal primo giugno riaprono i musei Vaticani

Con misure sanitarie straordinarie per la sicurezza di visitatori e personale

 Finisce l'attesa anche per la riapertura dei Musei Vaticani, della Cappella Sistina, delle mirabili Stanze di Raffaello. "A partire dal primo giugno, dopo quasi tre mesi di chiusura, sarà possibile tornare a visitare i Musei Vaticani in totale sicurezza", fa sapere l'istituzione museale annunciando anche la riapertura al pubblico delle Ville Pontificie di Castel Gandolfo, oltre alle "misure sanitarie straordinarie per la sicurezza di visitatori e personale" e i nuovi orari di apertura. "L'attuale situazione di emergenza sanitaria ha imposto come principale presupposto, per poter riaprire, l'obiettivo di contemperare, al massimo grado possibile, le esigenze della sicurezza e della salute con le dinamiche proprie di una visita che non sia, tuttavia, snaturata nella sua essenza", spiega la dirigenza dei Musei, in lockdown dall'8 marzo scorso, la cui chiusura ha comportato anche forti perdite per i bilanci d'Oltretevere, nell'ordine di diverse decine di milioni. Pertanto, "nello scrupoloso rispetto delle norme di igiene e di distanziamento, tutti coloro che avranno accesso ai Musei saranno sottoposti al controllo della temperatura corporea attraverso apparecchiature termometriche e l'ingresso dei visitatori sarà consentito solo se muniti di mascherina". Durante l'orario di apertura al pubblico, "sarà sempre attivo un presidio di personale medico-sanitario delle Misericordie di Italia che, assieme alla Direzione di Sanità ed Igiene dello Stato della Città del Vaticano, garantiranno ogni necessaria esigenza". Altre novità riguardano le modalità di visita, secondo una programmazione straordinaria che potrà in ogni momento essere rivista alla luce dell'evoluzione dell'emergenza Covid-19. "Al fine di contingentare al meglio gli ingressi", si spiega ancora, per accedere ai Musei Vaticani sarà obbligatoria la prenotazione, che si potrà effettuare dal sito ufficiale www.museivaticani.va, senza il diritto di prevendita di 4 euro. Anche gli orari di apertura subiranno variazioni: dal lunedì al giovedì le Collezioni Pontificie rimarranno aperte dalle 10.00 alle 20.00, con ultimo ingresso alle 18.00 (l'uscita dai settori museali inizia alle 19.30); il venerdì e il sabato dalle 10.00 alle 22.00, con ultimo ingresso alle 20.00 (uscita dei settori museali alle 21.30). "In questi due giorni sarà possibile abbinare alla visita, avvolti dalle tenui luci del tramonto romano, un aperitivo servito nell'affascinante scenario del Cortile della Pigna", con prenotazione obbligatoria soggetta alla limitata disponibilità di posti nel rispetto delle normative di sicurezza in tema di ristorazione. La consueta apertura gratuita dell'ultima domenica del mese è ora sospesa.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Video ANSA




Modifica consenso Cookie