Cadono da motonave a Venezia, 2 annegate

La scorsa notte, i cadaveri recuperati dai vigili del fuoco

Due donne, di probabile origine maghrebina, sono morte annegate la scorsa notte nella laguna di Venezia dopo essere presumibilmente cadute da una motonave che le stava portando al Lido. Nessuno ha assistito alla tragedia. Solo al momento dell'attracco il personale di bordo si è accorto che le due mancavano all'appello. Sono scattate le ricerche e dopo due ore i due cadaveri sono stati recuperati dai vigili del fuoco.

L'imbarcazione era partita da Punta Sabbioni a mezzanotte ed era diretta al Lido. Aveva a bordo il solo comandante. Alla prima fermata, l'uomo si è accorto che le due passeggere erano sparite e ha trovato a bordo solo le loro scarpe. Per le ricerche sono intervenuti i vigili del fuoco e gli uomini della Capitaneria di porto. I due cadaveri sono stati trovati al Lido, all'altezza delle paratoie del Mose. Tra le ipotesi che gli investigatori stanno prendendo in considerazione vi è anche quella che possa essersi trattato di un atto volontario.

Una bevanda bevuta a metà e due paia di scarpe: sono gli elementi in mano agli investigatori per cercare di ricostruire quanto accaduto la scorsa notte sulla motonave 'Guardi' dell'Actv, l'azienda di trasporto locale. Con il passare delle ore prende sempre più consistenza l'ipotesi che le due donne quarantenni possano aver compiuto un gesto autolesionistico o siano state vittima di una disgrazia.

Le due sono state ritrovate in acqua mano nella mano. Una delle due, una 38enne, è stata identificata grazie ai documenti che aveva con se'. Si tratta di una marocchina, in Italia con lo status di rifugiata, che risiedeva a Marghera.

      RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

      Video ANSA




      Modifica consenso Cookie