Presidente Cspi, perplesso norme scuola

"Straordinarietà non può cancellare prerogative organismi"

(ANSA) - ROMA, 4 APR - "Forti perplessità sui contenuti e sugli effetti dei provvedimenti in via di emanazione", vengono espresse da Francesco Scrima, presidente del Consiglio Superiore della Pubblica Istruzione. Scrima fa riferimento alla bozza del provvedimento riguardante le "Misure urgenti per gli esami di Stato e per la valutazione dell'attuale anno scolastico" che potrebbe andare all'esame del prossimo Consiglio dei ministri. "Fermo restando che nelle condizioni di straordinaria emergenza in atto attiene alle responsabilità dell' Amministrazione utilizzare tutti gli strumenti idonei per un efficace governo del sistema scolastico, questo non può avvenire senza tenere nel debito conto le prerogative di organismi istituzionali investiti di una rilevante funzione di rappresentanza, né tanto meno in una loro cancellazione, inibendo l'esercizio di un ruolo partecipativo che si esprime attraverso i prescritti pareri obbligatori, ancorché non vincolanti", fa notare Scrima.
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA




        Modifica consenso Cookie