• Maltempo, è allerta arancione al Centro-Sud con neve e pioggia

Maltempo, è allerta arancione al Centro-Sud con neve e pioggia

A Napoli imbiancata la cima del Vesuvio, brusco abbassamento della temperatura e aria fredda

Prevista un'altra giornata invernale sull'Italia, specialmente al Centro e al Sud: ancora venti forti, neve a bassa quota e piogge. Allerta arancione oggi in Calabria, Basilicata e Molise, gialla in Abruzzo, Puglia, Sicilia, Umbria e Marche. Secondo i meteorologi, per la primavera bisognerà aspettare il fine settimana. Da quasi due giorni le isole Eolie sono isolate. Dopo lo Scirocco di ieri, dalla notte scorsa soffiano forti raffiche di vento da ovest che hanno anche raggiunto i 50 chilometri di velocità.Fermi ai porti aliscafi e traghetti. A Milazzo sono rimasti bloccati anche camion con derrate alimentari destinate alle isole dell'Arcipelago. I veloci mezzi hanno viaggiato fino alla tarda mattinata di ieri. Alle Eolie si contano i danni dopo le violente mareggiate di ieri che hanno flagellato strade e porti con il lungomare di Canneto a Lipari allagato e pieno di detriti.

Cima del Vesuvio imbiancata da una leggera spruzzata di neve. Così si presenta stamattina il vulcano che sovrasta Napoli e i comuni della provincia. Le piogge delle scorse ore, unite all'abbassamento della temperatura, hanno determinato il formarsi di un leggero strato di neve che dalla cima si estende ai fianchi del Vesuvio. Al momento Napoli e i comuni vesuviani sono interessati da un mix di aria fredda e pioggia fine.

A Bologna ha cominciato a nevicare in mattinata. I fiocchi hanno imbiancato il centro storico e l'intera città, con qualche centimetro in più nelle zone collinari. Più spessa la coltre di neve nelle località dell'Appennino. Autostrade per l'Italia segnala deboli nevicate sulla A1 Milano-Napoli, tra Modena nord e il bivio con la A1, e sul tratto appenninico della stessa A1. Arpae e Protezione civile avevano emesso una allerta gialla fino alla mezzanotte del 27 marzo, per neve ma anche per vento e mare mosso. Restano molto fredde anche dopo le 13 le temperature in Piemonte, con nevicate a partire dai 300-400 metri, anche se quasi sempre si tratta solo di deboli precipitazioni o nevischio. Qualche sporadico fiocco di neve è caduto anche su Torino spinto dal vento. Le nevicate, che nel pomeriggio dovrebbero spostarsi dagli 800 metri in su, dovrebbero riguardare soprattutto il nord-ovest del Piemonte, meno interessato il nord-est della regione.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Video ANSA




Modifica consenso Cookie