• Coronavirus, il punto della Protezione civile 6.387 malati, 366 i morti, +57%

Coronavirus, il punto della Protezione civile 6.387 malati, 366 i morti, +57%

La conferenza stampa del commissario Borrelli

Bilancio pesante per le morti legate al coronavirus: nelle ultime 24 ore i decessi sono stati 133, passando da 233 a 366, con un aumento del 57% in un giorno. Il maggior numero viene dalla Lombardia, 113. L'incremento dei malati, passati da 5.061 a 6.387 (+1.326), è stato del 26,2%. Meno marcato l'aumento delle persone guarite, diventate in totale 622, con un incremento di 33 unità (+5,6%). 
Sono 650 i malati ricoverati in terapia intensiva per coronavirus, 83 in più rispetto a sabato. Il dato è stato fornito dal commissario Angelo Borrelli in conferenza stampa alla Protezione Civile. Di questi, ben 399 sono in Lombardia, che ha avuto un incremento in un giorno di 40 casi. Sono invece 3.557 i malati con sintomi ricoverati e 2.180 quelli in isolamento domiciliare.

 Per la mascherine "stiamo firmando una serie di contratti che dal 12 marzo al 30 aprile ci metteranno a disposizione 22 milioni di quelle chirurgiche". L'obiettivo della Protezione civile è arrivare a distribuire "tre milioni e 700 mila mascherine" modello Fp2-Fp3, quello note comunemente per avere il filtro, entro il 29 marzo.

LA CONFERENZA STAMPA

Il capo della Protezione Civile, e commissario per il coronavirus, Angelo Borrelli, ha firmato una nuova ordinanza in seguito al dpcm di ieri. Il provvedimento, ha spiegato in conferenza stampa, prevede che "non ci sono limitazioni agli uffici pubblici", che il decreto "si applica solo alle persone fisiche" delle zone indicate (Lombardia e altre 14 province) e non "alle merci".

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Video ANSA




Modifica consenso Cookie