Coronavirus: cinese picchiato in un bar

Prima barista lo caccia da locale, poi avventore lo aggredisce

(ANSA) - VICENZA, 27 FEB - Prima è stato cacciato dalla barista perchè lo riteneva 'infetto', poi è stato picchiato da un avventore del locale. E' accaduto a Cassola ad un cittadino cinese di 26 anni, residente a Bassano del Grappa, che ha dovuto ricorrere alle cure mediche. L'uomo si è poi rivolto ai carabinieri, che hanno rintracciato e denunciato l'aggressore, un 22enne della zona.
    Il fatto è avvenuto alcune sera fa. Appena entrato nel bar, anzichè essere accolto come un normale cliente, il giovane era stato subito invitato dalla titolare ad uscire, perchè lo pensava malato; quando l'uomo ha replicato che era perfettamente sano è stato allora avvicinato da un avventore del locale, che gli rotto una bottiglia in testa. Portato in ospedale e tenuto in osservazione, il cittadino cinese è rientrato a casa con una prognosi di guarigione di alcuni giorni.
   

    RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

    Video ANSA




    Modifica consenso Cookie