A Roma l'altro Carnevale, solidale e sostenibile FOTO e VIDEO

Protagonisti i quartieri del quadrante Est, dal Pigneto a Centocelle al Prenestino

I quartieri del quadrante Est di Roma protagonisti di un carnevale all'insegna della sostenibilità ambientale e per contrastare la paura di vivere in aree urbane. Al Pigneto, al Prenestino e a Centocelle tante famiglie con i propri bambini sono scesi in strada in maschera per riappropriarsi degli spazi pubblici e ribadire il proprio impegno a sostegno della qualità della vita.

I LIKE Pigneto... tra artisti, pusher, ethnic food e dj set IL MAGAZINE

Al Pigneto e al Prenestino la protagonista è stata la natura con la 22esima edizione del 'Circo Prenestino Carnevale No oil'. Il tema è stato 'La foresta in cammino' che ha portato le famiglie a vestirsi di fiori e di piante per un lungo corteo colorato. Tutta l'iniziativa è stata l'occasione per rilanciare la richiesta che il lago dell'ex Snia, ufficialmente Lago Bullicante" diventi presto monumento naturale. "Il nostro carnevale - spiegano gli organizzatori - ha voluto mettere al centro della propria rappresentazione il tema del "bosco urbano" come risposta ad un mondo che brucia per le ondate di calore, soffocato dalle polveri sottili, depredato della proprie risorse naturali. La comparsa del lago Bullicante tra i palazzi della periferia est di Roma con il bagaglio di biodiversità da esso generata, ha fatto scoprire il valore del selvatico urbano e indicato a tutti noi la strada per contrastare il cambiamento climatico. L'imponente albero fatto di rami e foglie naturali, arricchito dei tanti frutti prodotti dalla socialità del territorio condotto su un risciò per le vie del quartiere, ha voluto comunicare la necessità di far nascere boschi urbani in grado di drenare le acque che scorrono su terreni ormai impermeabili, di mitigare il calore prodotto dall'azione umana e di fermare le colate di cemento e di asfalto previsti dai piani di zona in questa parte di città".

Roma è nato un lago e (r)esiste IL MAGAZINE

A Roma il carnevale 'No oil'

A Centocelle, invece, il carnevale è stato dedicato a combattere la paura che gli ultimi eventi di cronaca hanno contribuito a diffondere tra gli abitanti. Da qui una richiesta di maggiore sicurezza. Stefania Di Basilio ha indossato una maschera di luce: "L'interpretazione con la nostra maschera - ha spiegato - rappresenta l illuminazione delle zone buie dentro e fuori di noi che generano insicurezza, la luce contrasta il buio e la paura. La partecipazione è luce" .

(martino.iannone@ansa.it)

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Video ANSA




Modifica consenso Cookie