Chi era Mario Rega Cerciello, il carabiniere ucciso

Trentacinque anni appena compiuti si era sposato da poco pià di un mese. 'Un ragazzo d'oro', dice il suo comandante

Trentacinque anni, compiuti 13 giorni fa Mario Cerciello Rega, il carabiniere ucciso la notte scorsa a Roma, si era sposato 43 giorni fa ed era tornato dal viaggio di nozze lunedì scorso, per festeggiare nella capitale il suo compleanno.

"Non aveva ancora nemmeno disfatto i bagagli", racconta commosso il comandante della stazione dei Carabinieri di Piazza Farnese Sandro Ottaviani.

"Mario - aggiunge - era un ragazzo d'oro, non si è mai risparmiato nel lavoro. Era un punto di riferimento per l'intero quartiere dove ha sempre aiutato tutti. Era un volontario per l'ordine dei Cavalieri di Malta dove faceva il barelliere e accompagnava i malati a Lourdes e a Loreto.

"Non appena abbiamo saputo quello che era successo - sottolinea il comandante - io e mia moglie ci siamo precipitati in ospedale. Adesso lei è con la vedova, perché noi siamo tutti una grande famiglia".

"Bastardi maledetti...vi ammazzo", si sfoga sui social un cugino dell'uomo ucciso. Molti i messaggi di condoglianze alla famiglia pubblicati in queste ore sui social. "Onore a questo uomo che semplicemente faceva il suo lavoro" scrive qualcuno. "Non ci sono parole.." aggiunge un altro.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Video ANSA




Modifica consenso Cookie