'Odiare ti costa' contro offese social

Associazione e studio legale lanciano pool per cause civili

(ANSA) - BOLOGNA, 22 LUG - Si chiama 'Odiare ti costa' ed è l'iniziativa lanciata dall'associazione Tlon e dallo studio legale Wildside di Cathy La Torre per perseguire, in sede civile, diffamazioni, calunnie e minacce lanciate attraverso internet, in particolare sui social.
    Wildside e Tlon hanno messo in piedi un gruppo di avvocati, filosofi, comunicatori, investigatori privati, informatici forensi che raccoglieranno le segnalazioni e invitano chi è stato diffamato, offeso o minacciato sui social a inviare il link alla mail odiareticosta@gmail.com. A quel punto scatterà la richiesta di risarcimento.
    "Se il diritto di critica - dice La Torre - la libertà di opinione, la libertà di dissenso, anche aspro, duro, netto, schietto, sono diritti sacri e inviolabili, la diffamazione, l'ingiuria, la calunnia, l'offesa e la minaccia non lo sono.
    Sono delitti che arrecano danni che vanno risarciti. Fino a oggi le vittime di questi delitti sono state lasciate sole".
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA