Cronaca

Ancora maltempo, treni in tilt in Calabria

Incendio sui binari nella zona di Paola, in provincia di Cosenza. Ritardi treni anche di 13 ore

Circolazione ferroviaria in tilt tra Sicilia e Calabria in seguito ad un incendio divampato ieri sera nei pressi dei binari nella zona di Paola, in provincia di Cosenza. Secondo quanto riportato dal sito ViaggiaTreno di Trenitalia, alcuni convogli, diretti a Roma Termini e Milano Centrale, hanno accumulato ritardi fino a 13 ore.

Problemi anche in Sicilia, dove dalle 3 era stata sospesa la circolazione tra Siracusa e Augusta, sulla Catania-Siracusa, per la presenza di rami sui binari: è ripresa alle 9 la circolazione ferroviaria fra Siracusa e Augusta, come rende noto Rfi. Un treno ha registrato 90 minuti di ritardo, mentre un regionale è stato cancellato e sostituito con autobus.

3.500 interventi dei vigili del fuoco in 24 ore - Sono stati 3.500 gli interventi dei vigili del fuoco per maltempo nelle ultime 24 ore. Lo rende noto lo stesso Comando sul proprio profilo Twitter. Il numero maggiore di interventi ha interessato Lazio (1.100) e Campania (1.000). Proseguono le operazioni nel Centro-Sud Italia, soprattutto per i danni causati dal forte vento.

Vento forte a Roma, 500 interventi vigili - Sono stati circa 200 gli interventi effettuati nella notte a Roma dalle pattuglie della polizia locale per eventi connessi al forte vento, che sommati a quelli della giornata di ieri arrivano ad oltre 500. In particolare si tratta di interventi per la messa in sicurezza di aree non solo per rami e alberi caduti o pericolanti ma anche per cadute di tegole, calcinacci, cornicioni, oltre a pali e semafori pericolanti e per il rilievo di danni su veicoli rimasti danneggiati per le cadute. Pattuglie della polizia locale impegnate in sopralluoghi sia nei parchi, per verificare il rispetto del provvedimento di chiusura emesso dall'amministrazione, sia un'attività di monitoraggio presso i plessi scolastici per verificare eventuali critiche che richiedano l'intervento degli organi tecnici competenti.

Vento meno forte, riprendono corse golfo Napoli - E' calata rispetto a ieri l'intensità del vento nel golfo di Napoli, e sono tornati quasi del tutto regolari i collegamenti marittimi. Il grecale soffia ancora con forza ma le corse di traghetti e aliscafi tra Ischia, Procida, Capri e la terraferma sono riprese dopo lo stop forzato di ieri. Qualche problema permane silla tratta Procida-Pozzuoli e viceversa: qui alcune corse della Caremar risultano soppresse così come una partenza della Medmar da Pozzuoli a Ischia prevista per le 13.30.

Danni a Palermo, vento fino a 100 km orari - Auto danneggiate, alberi caduti, strade impraticabili e imbarcazioni che rischiano di affondare. Il maltempo continua a flagellare il Palermitano. Ieri sera le forti raffiche di vento che hanno raggiunto i 100 chilometri orari hanno abbattuto una palma secolare nella centralissima Piazza Crispi, fortunatamente senza danni per automobilisti e passanti. Numerose le segnalazioni di alberi caduti per strada. In piazza XIII Vittime il monumento in ferro ai caduti nella lotta alla mafia per diverse ore ha oscillato pericolosamente. I vigili del fuoco sono intervenuti anche nel porticciolo dell'Arenella dove alcune imbarcazioni rischiavano di affondare per il mare agitato. I collegamenti marittimi con l'isola di Ustica sono interrotti mentre i traghetti per Napoli e Genova sono partiti solo questa mattina e quello per Livorno ha preso il largo con alcune ore di ritardo. Squadre dei vigili del fuoco e della Protezione Civile sono intervenute anche in diverse zone della provincia a causa della neve che ha bloccato numerosi automobilisti, soprattutto sulle strade delle Madonie. Al momento è interrotto il transito verso la stazione sciistica di Piano Battaglia.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Video ANSA




Modifica consenso Cookie