Mondo

Cile: tre morti e 22 dispersi per forti piogge ad Atacama

Fenomeno inusuale nel deserto più asciutto del mondo

Tre persone sono morte e altre 22 risultano ancora disperse nel nord del Cile ha causa delle forti piogge cadute nella regione di Atacama, che hanno portato la presidente Michelle Bachelet a dichiarare lo stato di emergenza e istallare un comando di crisi nel capoluogo regionale, Copiapò, circa 800 km a nord della capitale Santiago.

"Stiamo facendo tutto ciò che è umanamente possibile per raggiungere al più presto chi sta soffrendo questa situazione penosa e tremenda. Sappiamo quanto sua duro per loro", ha detto Bachelet -arrivata ieri notte a Copiapò per affrontare l'emergenza- dopo aver presieduto una riunione del comando di crisi Le forti piogge cadute sulla regione da martedì scorso - del tutto inusuali, giacché ad Atacama si trova l'omonimo deserto, considerato il più asciutto del mondo - hanno provocato alluvioni e danni agli edifici, con circa 2300 abitanti sfollati. 

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Video ANSA




Modifica consenso Cookie