Cronaca

Egitto: "Albergatori pronti a scrivere a governo" per visti

Portavoce gruppo Domina, sarebbe un suicidio per il turismo

Non è ancora chiaro se la decisione dell'Egitto di abolire la possibilità di comprare il visto in aeroporto riguarderà anche Sharm el Sheikh, ma se così dovesse essere gli albergatori "sono già pronti a scrivere al governo egiziano perché se questa iniziativa riguardasse anche i charter ucciderebbe il turismo". La responsabile delle relazioni esterne del Gruppo Domina, Marika Porta - che a Sharm el Sheikh ha il più grande villaggio turistico -, spiega che dover ritirare il visto al consolato taglierebbe fuori, ad esempio, tutti i pacchetti last minute, che rappresentano una grossa fetta di turismo. "Ci auguriamo che non sia così - commenta - stiamo cercando di avere maggiori informazioni. Certo per il turismo sarebbe un suicidio". 

   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Video ANSA




Modifica consenso Cookie