Cronaca

Al nord piove, sud in fiamme, 84 incendi

Forestale, maggior parte in Calabria, Campania e Sicilia

Mentre al nord ha imperversato il maltempo, con nubifragi, al sud il vento e il caldo hanno favorito gli incendi. Resta anche oggi l'allerta maltempo, che dal Nord si estenderà anche sulle regioni dell'Italia centrale e da sabato, dopo una pausa per il giorno di Ferragosto, su tutta Italia. Pioggia battente, raffiche di vento, neve in montagna, allagamenti, temperature da settembre inoltrato, acqua alta a Venezia con piazza San Marco sott'acqua e un massimo di marea di 92 centimetri. E' ancora maltempo sulle regioni del Nord, che alla vigilia di Ferragosto ripiombano in autunno. Stranezze di questa pazza estate, con il mese di luglio più piovoso degli ultimi decenni e il termometro ben lontano dalle medie stagionali.

Ancora incendi in tutta la Sardegna
Le alte temperature e il vento di maestrale stanno alimentando alcuni roghi scoppiati dalla tarda mattinata di oggi dall'Ogliastra a Nuoro fino a Olbia. Il primo incendio è divampato nella zona di Villagrande (Ogliastra), in fiamme un bosco di conifere: il rogo è stato velocemente spento anche grazie all'intervento di un elicottero della protezione civile. Il secondo incendio si è sviluppato a Villaurbana nell'oristanese. Corpo forestale, vigili del fuoco, volontari e Ente foreste hanno cercato di arginare le fiamme che hanno devastato ettari di pascoli. Decisivo l'intervento di tre elicotteri e un Canadair. Attualmente il rogo è in fase di bonifica. Sempre nell'oristanese, a Samugheo, altri due elicotteri hanno fornito il supporto alle squadre a terra per domare un gigantesco rogo che ha cancellato pascoli e vegetazione. Anche in questo caso l'incendio è in fase di spegnimento. Infine è appena scoppiato un vasto rogo a San Teodoro, nella provincia di Olbia-Tempio. Nonostante le fiamme si siano appena sviluppate e il Corpo forestale e i volontari stiano già lavorando per domarlo, è stato richiesto l'intervento immediato di due elicotteri regionali. In nessuno degli incendi si registrano danni a persone, case o alle aziende.

Sono stati 84 gli incendi divampati ieri in tutta Italia
La Calabria, con 25 roghi e la Campania e la Sicilia, entrambe con 21 incendi, sono le regioni più colpite dalle fiamme, seguite dalla Puglia e dalla Basilicata con 6, dal Lazio (3) e dalla Toscana (2). Le province che hanno registrato il maggior numero di incendi sono invece quelle di Reggio Calabria con 12, Avellino con 10 e Palermo con 5 roghi. Al numero di emergenza ambientale 1515 sono arrivate un totale di 104 segnalazioni che hanno impegnato complessivamente 402 pattuglie operative antincendio. 116 i controlli sul territorio.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Video ANSA




Modifica consenso Cookie