Terremoto, procedure semplificate per 8.000 domande

Giovedì cabina coordinamento da Ancona

(ANSA) - ANCONA, 06 OTT - I cittadini che hanno già presentato la domanda di contributo per la ricostruzione post sisma agli Usr secondo le vecchie regole potranno accedere alla nuova procedura semplificata ed accelerata prevista dall'Ordinanza 100. Dal prossimo 8 ottobre, come stabilisce il decreto firmato oggi dal commissario Giovanni Legnini, sarà infatti possibile per i professionisti che hanno già presentato i progetti sulla piattaforma telematica della ricostruzione integrarli con la certificazione della conformità urbanistica e della congruità del contributo e aderire così al regime semplificato. Il passaggio all'Ordinanza 100, per inciso - viene spiegato dalla struttura commissariale - consente anche l'applicazione delle nuove tariffe professionali per i tecnici, entrate in vigore con il decreto legge 140 di agosto. Le domande già presentate ed ancora in fase istruttoria negli Uffici speciali per la ricostruzione di Abruzzo, Lazio, Marche e Umbria sono circa 8 mila, e secondo le vecchie procedure impiegano oltre un anno di tempo per arrivare alla conclusione con la concessione del decreto di contributo. L'Ordinanza 100 affida la certificazione del progetto al professionista e "stabilisce tempi certi grazie a meccanismi come il silenzio assenso per le certificazioni richieste ai comuni, i poteri sostitutivi del commissario nei confronti degli Usr e meccanismi più efficienti per i lavori delle conferenze permanenti chiamate ad esprimersi sui vincoli", viene ancora detto dagli esperti che affiancano Legnini. I professionisti, che riceveranno dagli Usr un'apposita comunicazione, ma che possono procedere anche autonomamente attraverso la piattaforma Mude, hanno tempo fino al 14 novembre 2020 per aderire al nuovo regime, presentando le integrazioni richieste, o motivare adeguatamente la non adesione, dandone comunicazione scritta all'Usr e al committente, cioè ai cittadini che gli hanno affidato il lavoro. Infine, viene ancora comunicato che "un altro tassello importante del quadro normativo della ricostruzione sarà definito giovedì con l'esame della nuova Ordinanza sui professionisti che sarà all'esame della Cabina di Coordinamento, con i governatori delle quattro Regioni del cratere ed i rappresentanti dei comuni. L'Ordinanza - viene specificato - recepisce e disciplina le nuove tariffe professionali dell'equo compenso, entrate in vigore con il decreto rilancio e più favorevoli delle precedenti, ma anche il monitoraggio del numero e dell'importo dei contratti acquisiti da ogni singolo professionista, il nuovo schema di contratto tipo tra i professionisti e i committenti, i nuovi compiti dell'Osservatorio in cui siedono i rappresentanti degli Ordini". La Cabina di Coordinamento di giovedì si svolgerà in videoconferenza. Il commissario Legnini sarà collegato da Ancona insieme al nuovo Governatore della Regione Marche, Francesco Acquaroli, appena insediato. (ANSA).
RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA




Modifica consenso Cookie