Sisma&Ricostruzione

  1. ANSA.it
  2. Sisma & Ricostruzione
  3. News
  4. Terremoto: soprintendente, "recuperare tutta l'arte ferita"

Terremoto: soprintendente, "recuperare tutta l'arte ferita"

Moriconi a capo Soprintendenza Archeologia Ascoli-Fermo-Macerata

(ANSA) - ASCOLI PICENO, 13 NOV - "L'obiettivo principale è recuperare, nel più breve tempo possibile, i monumenti, le chiese e tutta l'arte ferita dal sisma in questi territori così belli e così fragili": a parlare all'ANSA è Pierluigi Moriconi - 62 anni di Perugia - nominato soprintendente della neonata Soprintendenza archeologia, belle arti e paesaggio delle province di Ascoli Piceno, Fermo e Macerata. "Per la prima volta - spiega Moriconi - il nostro ministero ha ritenuto opportuno dividere le Marche in due Soprintendenze, con quella più a nord, che racchiude le province di Ancona e Pesaro Urbino, affidata a Cecilia Carlorosi. Una decisione - aggiunge - dettata soprattutto dalla necessità di essere fisicamente presenti nelle aree maggiormente colpite dai terremoti di 5 anni fa". Il neo soprintendente, che prenderà ufficialmente incarico lunedì 15 novembre, ricorda come "le Marche sia stata la regione più colpita, tra le quattro interessate. Contiamo circa 4.500 beni mobili danneggiati e oltre mille monumenti". "Ci attende un lavoro enorme, ma che abbiamo già avviato, tanto che alcune opere sono state già recuperate e restituite ai loro luoghi di origine, laddove è stato possibile ricollocarle", sottolinea Moriconi, che intanto sta lavorando per far partire il cantiere che porterà al recupero della chiesa della Madonna del Sole di Capodacqua di Arquata del Tronto: "È il monumento simbolo della nostra ricostruzione post sisma - spiega - Il ministero ha già stanziato per la sua ricostruzione 490 mila euro, che si andranno ad aggiungere ai 400 mila del Fai. Contiamo, condizioni climatiche permettendo - dice ancora Moriconi - di avviare il cantiere in primavera, poi serviranno circa 18 mesi di lavoro per completare il recupero". "Un'altra chiesa importante che vedrà avviarsi la sua ricostruzione nel corso del 2022- conclude il soprintendente - sarà quella delle Vergini di Macerata". (ANSA).
RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA




Modifica consenso Cookie