Terremoto: Marche, uffici tecnici Comuni fondamentali

Seminario Commissario e Anci. "Aperta stagione semplificazione"

(ANSA) - ANCONA, 02 FEB - "Gli uffici tecnici dei Comuni fondamentali per la ricostruzione" post sisma. E' uno dei concetti attorno ai quali ha ruotato il seminario di approfondimento organizzato dalla struttura commissariale, guidata da Giovanni Legnini, da Anci Marche con gli uffici tecnici dei comuni del cratere della Marche. E' stato fatto il punto sul lavoro fatto nel 2020 per procedere speditamente verso la ricostruzione grazie alla sinergia tra i livelli di governance che ha prodotto risultati già significativi. "Grazie al lavoro congiunto - ha detto il Commissario Legnini - abbiamo inaugurato una stagione di semplificazioni normative che, per quanto concerne la ricostruzione privata, ora deve procedere con la redazione di un Testo Unico che renda la realizzazione dei lavori facilmente gestibile per i tecnici e per i cittadini attraverso procedure chiare, semplici e celeri". Durante il seminario Guido Castelli, Assessore Regionale alla Ricostruzione, ha rimarcato l'importanza dell'implementazione del personale per procedere alla ricostruzione pubblica "sostenendo i Comuni con unità di personale e competenze che offrano il necessario ausilio per approntare le gare d'appalto". Da Anci Marche, per voce di Augusto Curti, della Cabina di Coordinamento Sisma per le Marche delegato dalla presidente di Anci Marche Valeria Mancinelli, l'appello a ritenere "la partita della ricostruzione un'opportunità e una responsabilità che deve passare attraverso la fiducia verso i professionisti esterni che lavoreranno a stretto contatto con gli uffici tecnici dei comuni ma attraverso anche la consapevolezza che il successo della ricostruzione passerà soprattutto dalla capacità di tutti, Comuni in primis, di continuare a fare la propria parte". "Il riordino e il completamento del quadro normativo insieme alle risorse finanziarie a disposizione - ha detto Mancinelli - mettono in condizione di procedere speditamente la ricostruzione. Ogni altro intoppo sarebbe da addebitarsi all'incapacità di taluno e non ai dubbi interpretativi o agli appesantimenti burocratici invocati ma in questo caso ormai risolti". A seguire, il confronto tra i delegati dei Comuni e i referenti tecnici della struttura commissariale. (ANSA).
RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA




Modifica consenso Cookie