Vescovo Camerino, dopo sisma 23 suicidi

Massara inaugura nuova Caritas a Fabriano, 'luogo di ascolto'

(ANSA) - FABRIANO (ANCONA), 31 MAG - "Sono molto preoccupato per il futuro, nella diocesi di Camerino nel post terremoto del 2016 ci sono stati 23 suicidi e 73% di aumento degli acquisti di antidepressivi, qui a Fabriano non deve accadere". Lo ha detto il vescovo di Camerino e amministratore apostolico della diocesi di Fabriano-Matelica Francesco Massara, durante l'inaugurazione della nuova sede della Caritas fabrianese, alla presenza del sindaco Gabriele Santarelli. "Luogo dell'ascolto, dell'incontro e dove si proverà a dare una risposta a tanti bisogni che rischiamo di non vedere" l'ha definita il presule. "Il Covid-19 è un terremoto peggiore di quello strutturale, di cui non vediamo ancora bene i contorni - ha spiegato -. Per questo abbiamo deciso che ci sarà un centro d'ascolto perché prima di rispondere a un bisogno, occorre ascoltare. Ci sarà la collaborazione con tante istituzioni, varie associazioni, ben sapendo che siamo chiamati a essere servi di tutti, inteso come servizio, ma schiavi di nessuno". La struttura ospita anche un Emporio della Solidarietà "perché serve. Nessuna famiglia a Fabriano deve restare senza un pezzo di pane sulla tavola. L'Emporio andrà avanti grazie al volontariato, alla provvidenza e grazie al lavoro del direttore don Marco Strona, e sarà a servizio dei poveri della città". Anche papa Francesco "ci ha inviato la sua benedizione, invitandoci ad andare avanti nella Grazie e nel Vangelo" ha concluso. (ANSA).

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA




Modifica consenso Cookie