Commissario, 50% onorari professionisti

Legnini firma anche ordinanza 'Omnibus'

(ANSA) - ANCONA, 21 MAR - Il pagamento del 50% degli onorari ai tecnici e ai professionisti incaricati della predisposizione dei progetti al momento della loro presentazione agli Uffici speciali per la ricostruzione e un atto "Omnibus" che recepisce le ultime innovazioni legislative modificando diversi provvedimenti commissariali già in vigore. Sono le due ordinanze firmate dal commissario alla ricostruzione post sisma 2016, Giovanni Legnini. Ne dà notizia è il portale web della struttura commissariale. Sono le prime due Ordinanze emanate da Legnini, dopo il suo insediamento a fine febbraio, modificate e riadottate con una procedura speditiva dopo le osservazioni formulate dalla Corte dei Conti ai testi emanati dal precedente commissario. Il provvedimento sulle anticipazioni ai tecnici e ai professionisti - si legge nella nota - dà attuazione a una norma di legge di un anno e mezzo fa e ancora inapplicata. Prevede "il pagamento del 50% degli onorari ai tecnici e ai professionisti incaricati, dando priorità alle domande presentate". "Il pagamento - si legge ancora - avverrà su istanza degli interessati, e riguarda in teoria circa 7 mila pratiche per il contributo di ricostruzione, quelle presentate e che non sono ancora arrivate alla fine dell'istruttoria, oltre a quelle che saranno presentate in futuro". Il secondo provvedimento apporta, invece, una serie di modifiche ai testi di "ben otto precedenti ordinanze, anche per recepire le novità introdotte dalle norme di legge che si sono succedute". "Un intervento di manutenzione necessario ma complesso - si legge - e che rafforza ancor più l'impegno del commissario ad arrivare in tempi brevi alla redazione di un testo unico delle ordinanze sulla ricostruzione". "Un corpo normativo unico, e non semplicemente coordinato, perché oltre a riorganizzare in modo razionale le norme, si dovranno adottare, dove opportune, le necessarie correzioni", viene ancora scritto sul comunicato. L'ordinanza "Omnibus" recepisce, tra le altre cose, "le nuove norme che ammettono a contributo anche le spese per le imposte comunali di occupazione del suolo pubblico per i cantieri di ricostruzione di abitazioni e impianti produttivi con danni lievi o pesanti, e che regolano la cessione degli immobili danneggiati che hanno diritto al contributo pubblico per la ricostruzione". Inoltre, "vengono recepite le nuove regole approvate dal Parlamento, più favorevoli per i proprietari, per la ricostruzione delle abitazioni con murature molto spesse che devono rispettare le sagome originali".
RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA




Modifica consenso Cookie