Sicilia

  1. ANSA.it
  2. Sicilia
  3. Speciali
  4. Musica: Sicilia Jazz Festival 2023, anteprima a gennaio

Musica: Sicilia Jazz Festival 2023, anteprima a gennaio

Con Peppe Servillo, Malyka Ayane e Tony Hadley

Redazione ANSA PALERMO

(ANSA) - PALERMO, 02 DIC - Dal 13 al 28 gennaio la "Winter Preview" al Teatro Santa Cecilia, al Ridotto dello Spasimo e al Teatro Golden. Oltre 30 concerti in alcuni siti del centro storico di Palermo e al Teatro Verdura. E una sessione di "preview" all'inizio del nuovo anno che vedrà sul palco Peppe Servillo, Malyka Ayane e Tony Hadley. È stato presentato stamattina, al Teatro Santa Cecilia di Palermo, il Sicilia Jazz Festival 2023, che si svolgerà dal 23 giugno al 2 luglio, con la corposa anteprima "Winter" dal 13 al 28 gennaio.
    Presenti l'assessore regionale al Turismo Francesco Paolo Scarpinato, il vice sindaco di Palermo Carolina Varchi, il presidente dell'Orchestra Jazz Siciliana - Fondazione The Brass Group Ignazio Garsia, il direttore artistico della rassegna Luca Luzzu e i rappresentanti dei Conservatori siciliani. Il Sicilia Jazz Festival è promosso dalla Regione Siciliana. La consulenza artistica e tecnica è affidata alla Fondazione The Brass Group.
    L'iniziativa è frutto della collaborazione anche con il Comune e l'Università di Palermo e i conservatori di musica di tutto il territorio regionale e si pone come ulteriore obiettivo il coinvolgimento delle istituzioni didattiche regionali, i musicisti del territorio e le maestranze locali.
    "Il successo del Sicilia Jazz Festival - afferma il presidente della Regione, Renato Schifani - è testimoniato dai numeri delle due edizioni precedenti a questa".
    "È con grande piacere - sottolinea Scarpinato - che l'amministrazione regionale promuove un appuntamento divenuto ormai stabile nella programmazione culturale della Sicilia".
    "Eventi come questo arricchiscono la comunità e l'intera città di Palermo - aggiunge Varchi - L'esperienza delle precedenti edizioni è stata preziosa per rilanciare luoghi e angoli suggestivi, ricchi di storia".
    "Durante l'estate - spiega Garsia - l'Italia come molti altri Paesi è ricca di decine di festival jazz. Probabilmente, le musiche di origini popolari, escluse dai circuiti di produzione d'arte musicale, trovano nell'intrattenimento turistico un impiego ritenuto più rispondente ai bisogni collettivi. Il governo della Regione, in controtendenza, promuove un evento interamente dedicato alla produzione orchestrale di jazz, affermando il principio che tutte le musiche sono nate uguali e offrendo un modello che la rende unica al mondo".
    Il cartellone invernale comprende anche le esibizioni dei dipartimenti jazz dei cinque Conservatori siciliani: "Alessandro Scarlatti" di Palermo, "Arcangelo Corelli" di Messina, "Antonio Scontrino" di Trapani, "Arturo Toscanini" di Ribera e l'Istituto superiore di studi di musica "Vincenzo Bellini" di Catania. (ANSA).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Archiviato in


        Modifica consenso Cookie