Sicilia

Festa della Musica, a Selinunte suono Gong inaugura ripartenza

Nel parco archeologico band blues di tutta Italia aprono evento

Redazione ANSA PALERMO

(di Francesco Nuccio) (ANSA) - PALERMO, 21 GIU - Il suono di un grande Gong dal palco allestito all'ombra del Tempio di Era, nel parco archeologico di Selinunte, ha dato inizio ufficialmente ieri sera alla 27ᵃ edizione della Festa della Musica, un evento internazionale che coinvolge quest'anno centinaia di città e culminerà questa sera con il concerto di Edoardo Bennato al Castello Sforzesco di Milano. Un evento dal forte valore simbolico, come ha sottolineato nel corso della presentazione lo stesso ministro della Cultura Dario Franceschini, che segna la ripartenza degli spettacoli dal vivo dopo lo stop forzato causato dalla pandemia. Non a caso il concerto di ieri sera a Selinunte dal titolo '20 storie in musica per non dimenticare', progetto realizzato grazie a Italian Blues Union e presentato dall'intramontabile Carlo Massarini, ha coinvolto band provenienti da diverse regioni italiane, tutte ad alto tasso andrenalinico, e ha avuto come filo conduttore il ricordo delle vittime del Covid e la voglia di tornare a vivere.
    Il suono del Gong, che ha concluso la serata, fa parte invece del progetto "This Moment in Time", proposto dalla newyorkese Make Music. La performance del percussionista è stata ripresa in diretta streaming e, successivamente, sarà montata in un unico video insieme a quelle registrate nei 25 Paesi del mondo che hanno aderito al progetto, tra cui l'Australia, il Regno Unito, gli Stati Uniti, il Brasile, la Svizzera. Il Gong rappresenta infatti simbolicamente "un momento nel tempo", a metà strada tra passato e futuro, rappresentativo del periodo che stiamo attraversando.
    L'inaugurazione della Festa della Musica a Selinunte è stata fortemente voluta dall'organizzatore dell'evento Marco Staccioli, dal direttore del Parco archeologico di Selinunte Bernardo Agrò, dal Mibact e dalla Regione Siciliana, attraverso gli assessori ai Beni Culturali Alberto Samonà e al Turismo Manlio Messina, ma in particolare dalla Commissione Europea, presente a Selinunte con il rappresentante in Italia Antonio Parenti il quale ha sottolineato l'importanza dell'evento: "Non vogliamo passare alla storia come l'Europa dei sacrifici - ha detto - ma come l'Europa della ripartenza e della gioia di ritrovarsi insieme".
    "Un evento di grande impatto che si incardina felicemente con il potere evocativo di uno spazio che è esso stesso impregnato di storia. Un'esperienza che mette insieme antico e moderno, che coinvolge i luoghi e il territorio, rendendo concreta l'occasione di condivisione e di animazione culturale in un moderno concetto di fruizione dell'area archeologica" ha aggiunto il direttore del Parco Bernardo Agrò.
    Il concerto si è concluso a notte inoltrata con una jam session che ha coinvolto tutti gli artisti, accompagnati anche dagli allievi e dai docenti del conservatorio Arturo Toscanini di Ribera, tutti bravissimi. Poi il suono del Gong che ha inaugurato ufficialmente l'estate della ripartenza. (ANSA).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Archiviato in


        Modifica consenso Cookie