Se hai scelto di non accettare i cookie di profilazione e tracciamento, puoi aderire all’abbonamento "Consentless" a un costo molto accessibile, oppure scegliere un altro abbonamento per accedere ad ANSA.it.

Ti invitiamo a leggere le Condizioni Generali di Servizio, la Cookie Policy e l'Informativa Privacy.

Puoi leggere tutti i titoli di ANSA.it
e 10 contenuti ogni 30 giorni
a €16,99/anno

  • Servizio equivalente a quello accessibile prestando il consenso ai cookie di profilazione pubblicitaria e tracciamento
  • Durata annuale (senza rinnovo automatico)
  • Un pop-up ti avvertirà che hai raggiunto i contenuti consentiti in 30 giorni (potrai continuare a vedere tutti i titoli del sito, ma per aprire altri contenuti dovrai attendere il successivo periodo di 30 giorni)
  • Pubblicità presente ma non profilata o gestibile mediante il pannello delle preferenze
  • Iscrizione alle Newsletter tematiche curate dalle redazioni ANSA.


Per accedere senza limiti a tutti i contenuti di ANSA.it

Scegli il piano di abbonamento più adatto alle tue esigenze.

Sicilia
  1. ANSA.it
  2. Sicilia
  3. Violenza donne: scarpa rossa a Palazzo dei Normanni

Violenza donne: scarpa rossa a Palazzo dei Normanni

Iniziativa 'Azzurro Donna', Miccichè, dono di Dio

(ANSA) - PALERMO, 23 MAR - Una scarpa rossa con alla base il numero 1522, simbolo del contrasto alla violenza sulle donne e realizzata in cartapesta da un artigiano di Sciacca, è stata collocata nell'atrio di Palazzo dei Normanni. Alla cerimonia è intervenuto il presidente dell'Ars, Gianfranco Miccichè, che ha accolto l'iniziativa dell'associazione 'Azzurro Donna', rappresentata dalla coordinatrice nazionale Catia Polidori e dalla responsabile regionale Maria Antonietta Testone.
    "Quella delle donne che vengono picchiate e la prima emergenza nella nostra meravigliosa terra - ha detto Miccichè - Siamo felicissimi di avere questa scarpa. Grazie a tutte quelle donne che credono nella possibilità che qualcuno possa dare una mano.
    Credo che questa scarpa sia un dono di Dio".
    "Le istituzioni devono fare la loro parte in ogni processo di cambiamento. Sono oltremodo compiaciuto - ha proseguito - del fatto che questo numero di emergenza per le donne sia stato inventato proprio da una parlamentare siciliana, Stefania Prestigiacomo, che ringrazio, che da ministro per le Pari opportunità individuò questo numero, il 1522, che le donne in difficoltà possono utilizzare per chiedere aiuto". (ANSA).
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA



        Vai al Canale: ANSA2030
        Vai alla rubrica: Pianeta Camere


        Modifica consenso Cookie