Sicilia
  1. ANSA.it
  2. Sicilia
  3. Violenza donne: anche a Palermo una 'rete' dei carabinieri

Violenza donne: anche a Palermo una 'rete' dei carabinieri

Personale specializzato per assistere le vittime di abusi

(ANSA) - PALERMO, 25 NOV - Anche a Palermo c'è una rete formata da ufficiali, marescialli e brigadieri dei carabinieri specializzati nel contrasto alla violenza di genere. Solo quest'anno ha affrontato due casi di femminicidio: quello di Roberta Siragusa, la 17enne uccisa a Caccamo la notte tra il 23 e il 24 gennaio di quest'anno e quello di Piera Napoli, assassinata con numerose coltellate dal marito il 7 febbraio a Palermo oltre a centinaia di richieste di aiuto. Il personale appartenente alla 'Rete' è appositamente addestrato con corsi specifici all'istituto superiore di tecniche investigative a Velletri. I carabinieri possono contare per analizzare il fenomeno e tracciare adeguate linee d'azione a livello periferico, sulla sezione atti persecutori nell'ambito del reparto analisi criminologiche del raggruppamento investigazioni scientifiche di Roma. Anche nella provincia di Palermo è presente una 'Rete Antiviolenza' dei carabinieri composta da 1 militare per ogni Stazione nella città di Palermo e 1 o 2 militari per ogni compagnia fuori dalla città, selezionati nei vari gradi per particolari attitudini personali e professionali.
    Si tratta di operatori che si sono distinti per una più spiccata sensibilità nella delicatissima materia. La 'Rete' del Comando Provinciale Carabinieri, in collaborazione con il Soroptimist International d'Italia, ha a disposizione degli ambienti protetti, nell'ambito del progetto "Una stanza tutta per sé", locali realizzati per l'ascolto delle vittime che sono ubicati al Comando Provinciale Carabinieri di Palermo, presso la Stazione di Palermo Oreto e alla Compagnia di Cefalù. Un'altra 'stanza' dedicata è stata realizzata presso la Compagnia di Monreale.
    Oggi l'Arma dei Carabinieri illuminerà di arancione le caserme dove sono presenti le 'stanze' dedicate, in adesione al progetto "Orange the World", quale segnale tangibile dell'assoluta attenzione e priorità dell'Arma a invogliare le donne vittime di violenze a denunciare. Sarà mpegnata a sensibilizzare sul tema la cittadinanza attraverso le 100 Stazioni, le 11 Compagnie e 1 Reparto Territoriale, nell'ambito di specifici convegni organizzati nell'intera Provincia con le Autorità e le associazioni locali. (ANSA).
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA


        Vai al Canale: ANSA2030
        Vai alla rubrica: Pianeta Camere



        Modifica consenso Cookie