Sicilia

Mafia: Chimera; boss torturatore, 'chirurgo senza anestesia'

Si vantava con i familiari di avere la "laurea del rispetto"

(ANSA) - CALTANISSETTA, 24 SET - Il boss di Mazzarino Salvatore Sanfilippo, si vantava in famiglia di avere la "laurea del rispetto" e di essere un "chirurgo senza anestesia", riferendosi al fatto che torturava le sue vittime amputandogli alcuni arti . E' un particolare raccapricciante quello che emerge dall'ordinanza dell'operazione "Chimera" dei carabinieri del comando provinciale di Caltanissetta che ha portato all'arresto di 50 persone e a misure interdittive per altre cinque.
    Durante alcuni colloqui in carcere con i familiari il boss sottolineava di avere la laurea del "rispetto", e precisava che la prima che aveva conseguito era stata la laurea in "chirurgo senza anestesia". Da questa conversazione - si legge nell'ordinanza - emerge chiaramente la caratura e la crudeltà criminale di Salvatore Sanfilippo, che era solito torturare, sezionare ancora in vita e poi uccidere le sue vittime al fine di estorcergli informazioni sui clan rivali. (ANSA).
   

      RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

      Video ANSA


      Vai al Canale: ANSA2030
      Vai alla rubrica: Pianeta Camere



      Modifica consenso Cookie