Premi: il Candido Cannavò a Cairoli, Nucita e Palma

Per le imprese sportive. Tra premiati anche allenatore Italiano

(ANSA) - PALERMO, 29 MAR - "Lo sport è andato avanti, sono stati raggiunti risultati importanti e tanti di questi risultati li hanno centrati i nostri atleti siciliani. Era doveroso riconoscere agli sportivi il giusto tributo". Questo il saluto del presidente dell'Ussi Sicilia, Filippo Mulè, che in steaming, dagli studi televisivi della Panastudio, ha dato il via alla 61/ma edizione dei Premi dell'anno dell'Ussi Sicilia. Il premio per le imprese sportive intitolato a Candido Cannavò è andato a Tony Cairoli, leggenda in attività del motocross (nove volte campione del mondo), ad Oliviero Palma per il Country Time Club, per essere stato il primo torneo internazionale di tennis a riprendere le attività dopo lo scoppio della pandemia, e al pilota di rally Andrea Nucita, neo pilota ufficiale Peugeot per la vittoria in Coppa Italia.
    Fra i premiati anche Vincenzo Italiano, allenatore di calcio alla guida dello Spezia, rivelazione della Serie A, Gabriele Minì, pilota diventato campione italiano di F4 a 15 anni ed Emanuele Pecorino, attaccante diciannovenne della Juventus che ha già indossato le maglie di Catania e Milan. Fra i riconoscimenti uno dei premi speciali è stato assegnato a Linda Troiano per il suo impegno nell'allenamento delle giovani promesse della pallavolo e nella pratica e diffusione del sitting volley.
    A patrocinare i premi, l'assessorato regionale al Turismo e la Federcalcio Sicilia. Alla cerimonia si sono collegati il neo eletto presidente dell'Ussi nazionale Gianfranco Coppola e il direttore editoriale dell'Italpress Italo Cucci. (ANSA).
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA


        Vai al Canale: ANSA2030



        Modifica consenso Cookie