Covid: in Sicilia sono 578 i nuovi positivi, 21 morti

Incidenza di poco superiore al 2,3%, calano ancora i ricoveri

(ANSA) - PALERMO, 26 FEB - La Sicilia mantiene l'undicesimo posto nel numero dei nuovi contagi giornalieri. Oggi sono 578 i nuovi positivi al Covid-19 che si registrano nella regione con 24.570 tamponi processati e un'incidenza poco superiore al 2,3%. Le vittime sono state 21 nelle ultime 24 ore e portano il totale a 4.096. Gli attualmente positivi sono 26.597, ovvero 429 casi in meno rispetto a ieri. I guariti sono 986. Negli ospedali tornano a diminuire i ricoveri e adesso sono 908, 22 in meno rispetto a ieri, ma salgono, invece, quelli in terapia intensiva dove adesso sono 132, ovvero uno in più rispetto a ieri. Ma oltre al conteggio dei malati si guarda soprattutto tra le forze produttive e gli amministratori alla ripresa. E la speranza al ritorno ad una vita normale si riversa sul vaccino. "Mettere in campo ogni azione possibile per ottenere questo obiettivo: dai test rapidi, anche salivari, per riaprire ristoranti, bar, musei, cinema e teatri ad un coinvolgimento dei privati nel piano vaccinale", afferma Alessandro Albanese, vicepresidente vicario di Sicindustria, che "spinge affinché la Sicilia acceleri sulla ripartenza in sicurezza, perché qualsiasi provvedimento di natura economica avrà effetto se il Paese esce dalla crisi sanitaria". Per scongiurare la diffusione dei contagi scende in campo il sindaco di Palermo, Leoluca Orlando che ha firmato un'ordinanza con cui dispone la "chiusura al transito pedonale e veicolare di alcune vie e piazze cittadine nel centro come norma di contrasto al contagio da Covid-19, qualora si verificassero situazioni di violazione delle norme di prevenzione".

Sul versante dell'istruzione nel pomeriggio il direttore della Prevenzione del ministero della Salute, Gianni Rezza, ha affermato: "Quando si parla di chiusure scolastiche è sempre doloroso. Ma laddove ci sono dei focolai o presenza di varianti è chiaro che tale decisione dolorosa è assolutamente da considerare. Dobbiamo essere pragmatici". Ma qual è la situazione in Sicilia? Su 668.180 alunni i positivi da contagio Covid sono 1.350 pari a un tasso dello 0,20%. La percentuale più alta si registra nella scuola secondaria di primo grado, dove su 141.410 alunni, i positivi sono 445, pari allo 0,24%; segue la primaria con 447 positivi su 205.804 (0,22%), poi la secondaria di secondo grado 447 positivi su 223.162 (0,20%). Infine, la scuola dell'infanzia dove su 97.804 gli alunni contagiati sono 110 (0,11%). I dati sono stati analizzati e forniti dalla direzione dell'Ufficio scolastico regionale per la Sicilia che ha rilevato 792 scuole dell'Isola pari al 95%. Considerando l'intero periodo di osservazione, dal 19 novembre scorso a oggi, il trend dell'incidenza degli alunni positivi al Covid-19 si conferma in diminuzione. Il valore è passato dallo 0,46% dello scorso novembre allo 0,20% di quattro giorni fa. Per prevenire la malattia è necessario conoscere i rischi dell'epidemia. Anche per questo arriva 'RaccontaCovid': un esperimento di medicina narrativa, uno studio promosso e coordinato dal professore Antonio Cascio, direttore dell'unità di malattie infettive del Policlinico di Palermo, che si pone lo scopo di valutare come il paziente ha vissuto la malattia, quali sono stati i sintomi e gli eventuali esiti del Covid. Anci Sicilia chiede infine di "inserire, nell'ambito della campagna vaccinale, dedicata al personale scolastico, anche i dipendenti comunali impegnati negli asili e nelle altre scuole di ogni ordine e grado".


   

    RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

    Video ANSA


    Vai al Canale: ANSA2030



    Modifica consenso Cookie