Morto D'Amico: Manfredi,ha saputo cogliere sfide astrofisica

E' stato guida autorevole per l'Inaf

(ANSA) - ROMA, 16 SET - Ha saputo cogliere le sfide dell'astrofisica moderna ed è stato una guida autorevole per l'Istituto Nazionale di Astrofisica (Inaf): così il ministro per l'Università e la Ricerca, Gaetano manfredi, ricorda il presidente dell'Inaf Nicolò D'Amico, morto prematuramente. Il ministro esprime inoltre "profondo dolore per la perdita improvvisa del prof. Nicolò D'Amico".
    "La sua grande capacità di cogliere le sfide dell'astrofisica moderna, il suo alto tenore intellettuale", rileva il ministro in una nota, "siano stimolo e insegnamento per quanti hanno avuto la fortuna di condividere con lui un frammento di vita professionale e per i giovani che approcciano con curiosità a questo mondo".
    Per Manfredi "le ricerche condotte dall'Inaf sotto la sua guida sono il segno tangibile dell'impegno costante dell'uomo e dello scienziato D'Amico e della sua capacità di saper valorizzare il talento di tanti giovani ricercatori, testimonianza che resterà sempre viva nel ricordo di tutti noi.
    A lui un ringraziamento sincero per lo spirito di dedizione profuso nella sua attività professionale". (ANSA).
   

      RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

      Video ANSA


      Vai al Canale: ANSA2030
      Vai alla rubrica: Pianeta Camere



      Modifica consenso Cookie