Sicilia: Savarino, pronti per nuove leggi su edilizia e coop

Dopo approvazione testo su urbanistica, presto altre riforme

(ANSA) - PALERMO, 12 AGO - "La recente approvazione della legge di riforma urbanistica è un grande risultato, ma non ci fermiamo perché nel frattempo abbiamo lavorato ad altre due leggi che sono state già inviate dalla commissione ambiente per il via libera dell'aula: la nuova legge sull'edilizia e una legge che norma norme le cooperative edilizie e le cooperative di auto recupero". Lo dice Giusi Savarino, presidente della commissione ambiente e territorio all'Ars. "Così come fatto per l'urbanistica l'obiettivo resta la semplificazione delle procedure e la riduzione dei tempi - spiega - quindi per esempio alcuni lavori che prima avevano bisogno di concessioni e autorizzazioni potranno essere eseguiti con semplici comunicazioni, mentre altri lavori che in precedenza venivano fatti attraverso comunicazioni si potranno realizzare in edilizia libera". Testi che sono già pronti per essere discussi in aula da settembre, ma la commissione si sta occupando anche di Iacp e riforma dei rifiuti. "Sulla scorta anche della nuova legge urbanistica - afferma - riteniamo che l'edilizia pubblica popolare possa essere realizzata recuperando l'esistente, pensiamo per esempio anche ai beni confiscati alla mafia.
    Cerchiamo di dare delle linee guida chiare e diciamo stop all'edilizia selvaggia nelle periferie. Vogliamo le nostre città più belle, cercando di andare incontro alle imprese ma anche ai cittadini mantenendo l'idea del rispetto per l'ambiente".
    Tornando alla nuova legge urbanistica, entro un anno il governo regionale dovrà approvare il piano territoriale regionale.
    "Sulla base di questo testo - osserva - i comuni dovranno adeguare i loro piani urbanistici che non saranno più un libro dei sogni, dovranno organizzare il loro territorio, parola d'ordine è semplificazione, la cornice diventa il Ptr, che ha valenza anche di piano paesaggistico, non serviranno più 20 anni per avere i piani urbanistici generali che saranno approvati in tempi più rapidi. Spazi verdi, piste ciclabili e piano del verde dovrà essere immaginato prima e non lasciato a quel che resta tra due palazzi", sottolinea. Si lavora in commissione anche alla riforma del sistema dei rifiuti. "Abbiamo ripreso il tema che è molto delicato - dice - e speriamo di portare avanti tutti assieme maggioranza e opposizione questa riforma molto attesa, non abbiamo mai chiuso il dialogo con l'opposizione e quindi ci auguriamo di arrivare a una sintesi sulla legge. Per quanto riguarda le liquidazioni di ex Ato ed Srr, abbiamo trovato una formula con alcuni docenti universitari che dovrebbe essere risolutiva. Anche la riforma dei rifiuti vorremmo poterla portare in aula a settembre con ampio consenso. Certo, è più facile raggiungere una sintesi con Attiva Sicilia e M5s, che non hanno mai governato, piuttosto che con quelle forze politiche che sul tema hanno già legiferato", conclude. (ANSA).
   

      RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

      Video ANSA


      Vai al Canale: ANSA2030
      Vai alla rubrica: Pianeta Camere



      Modifica consenso Cookie