Coronavirus:Palermo,grigliata su tetti per eludere controlli

Decine di persone sugli edifici del popolare rione dello Sperone

(ANSA) - PALERMO, 12 APR - La voglia di una grigliata di carne per le festività pasquali è più forte dei divieti e così nella città presidiata dalle forze dell'ordine per impedire il consueto esodo verso parchi e località di villeggiatura, alcune famiglie palermitane hanno trovato uno stratagemma allestendo barbecue e tavoli sui tetti dei palazzi dove abitano. E' accaduto nel quartiere di edilizia popolare dello Sperone, alla periferia nord orientale della capoluogo siciliano. Le immagini della grigliata sui tetti, accompagnate dalla colonna sonora delle canzoni neomelodiche che si sentono in sottofondo, immortalano decine di persone impegnate ad arrostire la carne o sedute attorno ai tavoli mentre mangiano e bevono. Il video, che sta spopolando sui social, documenta un comportamento irresponsabile sia perché non vengono mantenute le distanze di sicurezza previste dalla misure anti contagio sia perché si tratta del lastrico solare degli edifici, privo di qualsivoglia ringhiera o barriera di protezione. I protagonisti della grigliata, al termine del pranzo di Pasqua, hanno dato vita sempre sui tetti a balli di gruppo e addirittura a fuochi d'artificio.
    Dopo numerose segnalazioni, anche da parte del sindaco di Palermo Leoluca Orlando che ha definito i protagonisti della bravata "incoscienti criminali", sono intervenute le forze dell'ordine che hanno sorvolato la zona con un elicottero e la polizia municipale. Quando nel quartiere si sono udite le sirene, i tetti sono stati abbandonati precipitosamente dai diversi nuclei familiari.
    Sono in corso indagini per identificare i partecipanti alla grigliata che hanno perfino postato sui social le immagini del loro pranzo gridando che "questo è il modo migliore di combattere il virus".(ANSA).
   

    RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

    Video ANSA


    Vai al Canale: ANSA2030
    Vai alla rubrica: Pianeta Camere



    Modifica consenso Cookie