Percorso:ANSA > Scienza&Tecnica > Spazio & Astronomia > Minaccia asteroidi, l'Europa prepara la sua Armageddon

Minaccia asteroidi, l'Europa prepara la sua Armageddon

Simulazione in corso in Italia, all'Agenzia Spaziale Europea

17 aprile, 08:10
L'Agenzia Spaziale Europea simula un'operazione di difesa dalla minaccia degli asteroidi (fonte: NASA, ESA, M.A. Garlick (space-art.co.uk), University of Warwick, and University of Cambridge) L'Agenzia Spaziale Europea simula un'operazione di difesa dalla minaccia degli asteroidi (fonte: NASA, ESA, M.A. Garlick (space-art.co.uk), University of Warwick, and University of Cambridge)

Trovare un modo per deviare un asteroide in rotta di collisione con la Terra, ma soprattutto arrivare a un accordo politico per farlo: a salvare il pianeta dalla minaccia spaziale questa volta non sono gli eroi del film Armageddon, ma decine di ricercatori impegnati in un gioco di ruolo per simulare quello che potrebbe succedere realmente. Nella sede Esrin dell'Agenzia Spaziale Europea (Esa), a Frascati, è in corso una simulazione per capire cosa accadrebbe se un asteroide largo 400 metri colpisse il nostro pianeta tra 7 anni.



L'esplosione di un meteorite dal diametro di 15 metri sulla città russa di Chelyabinsk, nel 2013, ha posto sotto l'attenzione di tutti i rischi di legati ai Neo (Near Earth Objects), gli asteroidi che 'sfiorano' la Terra, e ricordato che i pericoli sono sempre in agguato. Le tecnologie, anche se mai realmente testate, per provare a deviare asteroidi di centinaia di metri di diametro esistono già, ma trovare un accordo sulla strategia da adottare in caso di emergenza potrebbe non essere facile.

Per capirlo i ricercatori hanno scelto di mettere in scena un 'gioco': ai partecipanti del convegno è stato dato un ruolo (scienziati, politici e giornalisti) e assegnati in squadre rappresentando nazioni diverse. Lo scenario, in evoluzione giorno dopo giorno, prevede l'impatto il 3 settembre 2022 di un asteroide largo 400 metri all'interno di una vasta area del sud est asiatico.

"Un asteroide di queste dimensioni - ha spiegato Ettore Perozzi, responsabile operazioni del centro coordinamento Esa per il monitoraggio asteroidi - sarebbe piccolo per per provocare una catastrofe: quello che provocò l'estinzione dei dinosauri era di diversi chilometri, ma sufficiente a creare danni a livello globale".

Quello che può apparire un semplice gioco è in realtà un esercizio per imparare a capire non solo le difficoltà tecniche che si potrebbero incontrare ma anche le problematiche etiche e politiche che entrerebbero in ballo.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA