Percorso:ANSA > Scienza&Tecnica > Spazio & Astronomia > Italiano il radar della sonda Juice, diretta a Giove

Italiano il radar della sonda Juice, diretta a Giove

Il lancio previsto nel 2022

13 dicembre, 16:01
Rappresentazione artistica della missione Juice (fonte: NASA/JPL) Rappresentazione artistica della missione Juice (fonte: NASA/JPL)

Si chiama Rime ed è italiano il radar della sonda Juice dell'Agenzia Spaziale Europea (Esa). Destinata ad esplorare Giove e le sue lune ghiacciate in cerca di tracce di vita, Juice (JUpiter ICy moons Exlorer), ha appena avuto luce verde dall'Esa, con un costo complessivo stimato in 1,1 miliardi. Il lancio è previsto nel 2022 dalla base europea di Kourou (Guyana Francese)
Uno dei principali strumenti a bordo di Juice sarà il radar Rime (Radar for Icy Moon Exploration), ideato e studiato da un gruppo di ricerca internazionale coordinato da Lorenzo Bruzzone, del dipartimento di Ingegneria e Scienza dell'Informazione (Disi) dell'università di Trento.

Il radr è destinato a guardare attraverso i ghiacci che ricoprono la superficie delle lune più celebri e misteriose di Giove, come Europa, che potrebbe nascondere un enorme oceano, Ganimede e Callisto. In grado di raggiungere la profondità di 9 chilometri, Rime fornirà dati fondamentali per conoscere la geologia del sottosuolo e la geofisica delle lune ghiacciate, indicandol'eventuale presenza di acqua sotto la superficie ghiacciata di Ganimede e di Europa. Questi ultimi dati avrebbero un impatto eccezionale, visto che l'acqua è una delle variabili fondamentali per ipotizzare la presenza di forme di vita elementari sulle lune ghiacciate.
Sotto la guida di Bruzzone, Rime verrà costruito in Italia, con alcuni sottosistemi forniti dal Jet Propulsion Laboratory (Jpl) della Nasa, che partecipa al finanziamento dello strumento.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA