Percorso:ANSA > Scienza&Tecnica > Spazio & Astronomia > Corretta la mappa del baby universo del satellite Planck

Corretta la mappa del baby universo del satellite Planck

Dati influenzati dal movimento della Via Lattea

04 agosto, 19:59
La mappa dell'universo osservata nella radiazione a microonde dal satellite Planck (fonte:  ESA/ LFI & HFI Consortia) La mappa dell'universo osservata nella radiazione a microonde dal satellite Planck (fonte: ESA/ LFI & HFI Consortia)

Il satellite europeo Planck aveva ragione: la prima mappa dell'universo bambino che aveva fornito l'anno scorso sembrava essere in parziale disaccordo con le teorie cosmologiche attuali, ma non è così: le anomalie si devono al fatto che, nell'analizzare i dati, non si è tenuto conto di vari fattori, tra cui l'effetto provocato dal movimento della Via Lattea. Lo rileva la ricerca pubblicata sul Journal of Cosmology and Astroparticle Physics e coordinato da Anais Rassat, del Politecnico di Losanna.

Il telescopio Planck, dell'Agenzia Spaziale Europea (Esa) l'anno scorso consentì ai fisici di disegnare la più dettagliata mappa delle prime luci e radiazioni emesse nell'Universo dopo il Big Bang. Ma conteneva delle caratteristiche, delle 'anomalie', che non si adattavano al modello di riferimento che descrive l'Universo. Per esempio, non tornavano i dati relativi al cosiddetto 'cold-spot' o posto freddo, una regione dell'universo caratterizzata da inusuali temperature fredde. Si tratta di poche decine di milionesimi di differenza di gradi di temperatura: abbastanza per non far 'combaciare' la mappa di Planck con la teoria.
I ricercatori hanno dimostrato che molte delle discordanze fra i dati di Planck e le previsioni della teoria scompaiono quando si considera l'influenza di effetti come quello prodotto dal movimento della nostra galassia.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA