Percorso:ANSA > Scienza&Tecnica > Spazio & Astronomia > Ultime ore di sonno per la sonda Rosetta

Ultime ore di sonno per la sonda Rosetta

Oggi si sveglia e corre verso la cometa

20 gennaio, 10:21
Rappresentazione artistica della sonda Rosetta e del suo lander, sulla cometa Churymov-Gerasimenko (fonte: Astrium - Erik Viktor) Rappresentazione artistica della sonda Rosetta e del suo lander, sulla cometa Churymov-Gerasimenko (fonte: Astrium - Erik Viktor)

Ultime ore di sonno per Rosetta fino alle 11,00 (ora italiana) di oggi, quando il suo computer di bordo ''suonerà la sveglia'' che farà uscire la sonda dell'Agenzia Spaziale Europea (Esa) dallo stato di ibernazione nel quale si trova dal giugno 2011. Quindi comincerà la fase di preparazione degli strumenti e poi la corsa che in novembre la porterà a posarsi sulla cometa Churymov-Gerasimenko e che farà di Rosetta il primo veicolo costruito dall'uomo a posarsi sul nucleo di una cometa per perforarlo.

E' una missione senza precedenti, un fiore all'occhiello per l'Europa e per l'Italia, che con l'Agenzia Spaziale Italiana (Asi) è presente nella missione con strumenti che permetteranno di avere la prima mappa della composizione superficiale del nucleo di una cometa e con il primo 'trapano' destinato a perforare un fossile del Sistema Solare.

Da settimane risuona da Terra in tutte le lingue e circola sui social network il grido ''sveglia Rosetta!'', grazie al concorso lanciato dall'Esa e finalmente domani la sonda comincerà a riscaldare gli strumenti di bordo. Sarà un risveglio lento, che richiederà da sei a sette ore, spiega il responsabile delle operazioni di Rosetta per l'Esa, Andrea Accomazzo. Si prevede che Rosetta possa essere completamente sveglia e pronta a inviare a Terra il suo primo segnale dopo l'ibernazione fra le 18,30 e le 19,30 (ora italiana).

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA