Percorso:ANSA > Scienza&Tecnica > Spazio & Astronomia > L'Europa punta ad un accesso autonomo allo spazio

L'Europa punta ad un accesso autonomo allo spazio

Profumo, è la nuova sfida per il futuro

20 novembre, 17:19
Il lancio dell'Ariane 5 dalla base europea di Kourou, il 10 novembre 2012 (fonte: ESA/CNES/Arianespace–Photo Optique Video CSG) Il lancio dell'Ariane 5 dalla base europea di Kourou, il 10 novembre 2012 (fonte: ESA/CNES/Arianespace–Photo Optique Video CSG)

Conquistare la completa autonomia nell’accesso allo spazio: e’ questa la nuova sfida per l’Europa indicata a Napoli, in apertura della Conferenza Ministeriale dell’Agenzia Spaziale Europea (Esa), dal presidente di turno dei ministri della Ricerca dei Paesi membri, Francesco Profumo.
''Una prima importantissima sfida – ha detto il ministro italiano per l’Istruzione, l’Universita’ e la Ricerca - riguarda il futuro dell’accesso allo spazio nell’ambito dell’autonomia europea’’.

Questa, ha rilevato, ‘’non è solo una generica dichiarazione d’intenti, ma un requisito necessario per operare quei sistemi satellitari che abbiamo riconosciuto come essenziali per l'economia, la crescita e il benessere dei cittadini. I lanciatori sono costosi da sviluppare e da lanciare, ma sono la spina dorsale per molte delle attività alla base della nostra economia: sono delle reali ‘enabling technologies’’’.

L’Esa, ha proseguito Profumo, ha sviluppato i lanciatori Ariane 5 e Vega, entrambi ‘’affidabili e allo stato dell’arte’’. Ariane 5, ha aggiunto, ‘’e’ probabilmente oggi il veicolo di lancio più affidabile del mondo, ma si confronta con una competizione crescente e rinnovata, e deve poter contare anche nel prossimo futuro su una idonea quota di mercato commerciale’’.

Una delle questioni sul tavolo della Ministeriale 2012 e’ infatti, la decisione fra l’opportunita’ di puntare direttamente allo sviluppo di un Ariane 6 basato su alcune tecnologie alla base del lanciatore Vega, o se passare per una versione intermedia dell’Ariane 5, chiamata Ariane 5 Midlife Evolution.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA