Percorso:ANSA > Scienza&Tecnica > Energia > Nuovi materiali per celle solari più efficienti

Nuovi materiali per celle solari più efficienti

Le rendono da tre a sei volte più potenti

12 novembre, 13:02
Rappresentazione artistica di un materiale ferroelettrico (fonte:  Gregory M. Stewart/SLAC National Accelerator Laboratory)   Rappresentazione artistica di un materiale ferroelettrico (fonte: Gregory M. Stewart/SLAC National Accelerator Laboratory)

Triplicare e perfino aumentare di sei volte l'efficienza delle attuali celle solari diventa possibile grazie a nuovi materiali messi a punto negli Stati Uniti, poco costosi e non inquinanti.

Ottenuti nell'università della Pennsylvania e descritti sulla rivista Nature, sono materiali che hanno proprietà ferroelettriche, ossia hanno una grande 'empatia' con le cariche elettriche. Da molti anni materiali con queste proprietà sono al centro dell'attenzione dei ricercatori che lavorano per sviluppare celle solari più efficienti. Sono infatti materiali la cui particolare conformazione chimica e fisica li rende potenzialmente molto adatti all'impiego su scala industriale.
Finora avevano però il problema di non riuscire a garantire un rendimento confrontabile a quello delle tradizionali celle a base di silicio.

I ricercatori statunitensi potrebbero aver ora superato buona parte di questi problemi, in particolare il cosiddetto 'bandgap' o vuoto di banda. Sono infatti riusciti a 'sintonizzare' i classici materiali ferroelettrici permettendo loro di assorbire molta più luce: una quantità da tre a sei volte superiore rispetto a quella possibile attualmente.

La scoperta potrebbe quindi aprire le porte a un nuovo tipo di celle solari e contemporaneamente potrebbe mettere al bando l'impiego di materiali costosi e di difficile smaltimento.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA