Percorso:ANSA > > ENAV

ENAV

16 gennaio, 17:12

Che cos'è ENAV?

ENAV è la Società nazionale per l’assistenza al volo a cui lo Stato italiano demanda la gestione e il controllo del traffico aereo civile in Italia. E’ interamente controllata dal Ministero dell'Economia e delle Finanze e vigilata dal Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti.

Il Gruppo ENAV
Il Gruppo ENAV è costituito da Techno Sky, società leader in conduzione e manutenzione dei sistemi di assistenza al volo e dei relativi software, dal consorzio SICTA che si occupa di progettazione, simulazione e validazione di scenari e funzionalità dell'Air Traffic Management. Dall’Aprile 2011 fa parte del Gruppo anche ENAV Asia Pacific, la nuova società di diritto malese che gestisce le attività commerciali di ENAV nell’area Asia Pacific.

I numeri
ENAV presta i propri servizi nello spazio aereo nazionale di 751.728 Kmq attraverso le Torri di controllo di 40 Aeroporti e i 4 Centri di Controllo d'Area. Ogni anno ENAV gestisce 1,6 milioni di aeromobili con picchi giornalieri di 6.115 voli nel 2012. Il Gruppo ENAV conta 4.186 dipendenti, due terzi dei quali sono personale operativo che viene selezionato, formato e aggiornato da ENAV.

ENAV e le istituzioni internazionali

ENAV è una componente del sistema ATM (Air Traffic Management), partecipa dunque alle attività di ricerca e sviluppo in coordinamento con gli organismi di controllo internazionali del settore quali ICAO, EUROCONTROL e di categoria (CANSO). Partecipa attivamente al programma SESAR (Single European Sky ATM Research), un'iniziativa della Commissione Europea diretta a riformare l'architettura del sistema di gestione del traffico aereo continentale e a far fronte alle future esigenze di capacità e sicurezza.

La Tecnologia e i servizi
ENAV utilizza i dati provenienti da circa 62 radar primari e secondari e 11 radar di superficie.
La navigazione aerea è garantita, inoltre, da 2 radar meteorologici, 126 apparati tra VOR (Very high frequency Omni Range) e DME (Distance Measuring Equipment), 33 ILS (Instrument Landing System), 57 NDB (Non Directional Beacon), 30 VDF (Very high frequency Direction Finder) e 3 MLAT (Multilateration System).
ENAV fornisce tutti i servizi connessi alla navigazione aerea quali:
Informazioni aeronautiche
Pubblicazione ed aggiornamento delle informazioni aeronautiche essenziali per l'operatività del traffico aereo (pubblicazione AIP Italia ed emissione/aggiornamento dei NOTAM).
Meteorologia
Emissione di informazioni meteo con cadenza regolare, previsioni di aeroporto e segnalazioni tempestive di fenomeni meteorologici pericolosi per il volo.
Cartografia aeronautica e Procedure di volo
Studio e produzione in esclusiva di tutte le procedure per il traffico aereo e le carte aeronautiche (aviazione civile).
Radiomisure
Controlli in volo, effettuati con aeromobili ENAV, delle radioassistenze (Radar, VOR, DME, ILS ecc.) allo scopo di definire la validità delle indicazioni da queste emesse.
Formazione del personale
ENAV ha l'esclusiva della formazione del personale civile dell'assistenza alla navigazione aerea, alla quale provvede attraverso l’ENAV Academy di Forlì.

Le fasi del volo
Il decollo - Torre di Controllo (TWR - Aerodrome Control Service)

Il pilota è in contatto con la Torre di Controllo (TWR) che lo autorizza a mettere in moto il velivolo e a spostarsi dal parcheggio verso le piste di rullaggio. Finita questa fase di movimentazione al suolo, la Torre di Controllo autorizza al decollo solo quando sarà garantita la distanza di sicurezza da tutti gli altri aeromobili.
Dopo il decollo - Controllo di Avvicinamento (APP - Approach Control)
Una volta decollato, il pilota cambia frequenza e dalla Torre passa al Controllo di Avvicinamento che ne garantisce un sicuro instradamento nella rotta che gli è stata assegnata.
In rotta - Controllo di rotta (ACC - Area Control Center)
Una volta inserito nell'aerovia, l'aeromobile viene preso in consegna dal Centro di Controllo d'Area che lo guida per tutta la fase del volo, assegnandogli quota e traiettoria, in modo che rimanga sempre alla distanza di sicurezza (detta "separazione"), sia verticale che orizzontale, dagli altri velivoli.
L’atterraggio
In prossimità dell'aeroporto di destinazione, il velivolo viene inserito nuovamente nella fase di Controllo di Avvicinamento che lo accompagna fino all'allineamento con la pista. Quando l’aereo e' stabilizzato sul sentiero di atterraggio, la gestione viene affidata alla Torre di Controllo dell'aeroporto di destinazione, che lo autorizza all’atterraggio e lo conduce fino al parcheggio.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA