Percorso:ANSA > Scienza&Tecnica > Tecnologie > Progettato il primo pene robotico

Progettato il primo pene robotico

Può essere controllato dal pensiero

22 aprile, 00:35
Progettato il primo pene robotico Progettato il primo pene robotico

E' pronto il progetto del primo pene robotico.  Al suo interno è integrato un meccanismo che simula l'erezione e che viene attivato in modo naturale. Potrebbe diventare una realtà fra qualche anno ed è l'obiettivo al quale stanno lavorando tre dottorandi della Scuola Superiore Sant'Anna di Pisa. Sergio Tarantino, Andrea Cafarelli e Alessandro Diodato hanno illustrato il loro 'Robot Penis' agli investitori, nella giornata conclusiva del corso High-tech business venturing, finanziato dalla Regione Toscana e coordinato dall'ateneo pisano. <BR><BR>Secondo i suoi progettisti, il pene robotico 

 "potrebbe rivelarsi dominante nel campo chirurgico già dal prossimo futuro". "Gli strumenti forniti dalla biorobotica - spiegano i tre studiosi - possono consentire di dotare la protesi di un sistema di movimento e di un sistema di sensorizzazione accurati. 


L'obiettivo è rendere il funzionamento della protesi il più vicino possibile rispetto a quello dell'organo naturale. La possibilità di controllare la protesi tramite il pensiero e gli stimoli nervosi, garantendo alla persona che la 'indossa' il piacere sessuale, grazie al sistema di sensorizzazione, rendono questo sistema particolarmente innovativo rispetto alle soluzioni attuali". <BR><BR>

Nella ricostruzione chirurgica del pene invece il paziente recupera la percezione del piacere solo in maniera limitata e l'erezione avviene tramite controllo manuale e non come nel caso del 'Robot Penis', quando si manifesta il desiderio sessuale. Lo sfruttamento innovativo di principi di attuazione, materiali smart e di materiali elastici biocompatibili, permetterà lo sviluppo della protesi.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA