Percorso:ANSA > Scienza&Tecnica > Biotech > Le emozioni lette 'in diretta' nel cervello

Le emozioni lette 'in diretta' nel cervello

Dai segnali dei neuroni riconosciuti nove stati d'animo

20 giugno, 10:05
Tristezza e felicità corrispondono a diversi schemi di attivazione dei neuroni (fonte: Carnegie Mellon University) Tristezza e felicità corrispondono a diversi schemi di attivazione dei neuroni (fonte: Carnegie Mellon University)

Riconoscere con certezza le emozioni che sta provando una persona semplicemente osservandone l'attivita' del cervello: ci e' riuscito con successo per la prima volta un gruppo di ricerca dell'Universita' statunitense Carnegie Mellon utilizzando come campione un gruppo di attori. Lo studio pubblicato sulla rivista Plos One, e' riuscito a ''leggere'' in diretta le emozioni nel cervello grazie ad una tecnica non invasiva come la Risonanza magnetica funzionale.

I ricercatori hanno cosi' potuto seguire i diversi modi in cui venivano attivate le cellule nervose nel momento in cui si provavano nove diversi tipi di emozioni. Rabbia, disgusto, invidia, paura, felicita', piacere, orgoglio, tristezza e vergogna sono stati riconosciuti dai ricercatori osservando i diversi schemi di neuroni attivati di volta in volta da ciascuna emozione.

Finora la ricerca di questi schemi in grado di permettere la 'lettura' della mente era stata pero' in larga parte infruttuosa per una serie di motivi: ad esempio la non completa sincerita' delle persone coinvolte negli esperimenti, oppure il 'calo' emotivo che si ha nel rivedere piu' volte una stessa immagine e che dovrebbe invece trasmettere emozioni.

Per aggirare questi ostacoli i ricercatori hanno pensato di avvalersi di un gruppo di 10 attori ai quali avevano assegnato il compito di immedesimarsi a comando in particolari situazioni e quindi provare emozioni. Questo nuovo approccio ha cosi' permesso per la prima volta di identificare con grande certezza, molto superiore a quanto fatto finora, una varieta' di schemi neurali legati alle singole emozioni. Uno dei prossimi obiettivi dei ricercatori sara' sviluppare la capacita' di leggere le emozioni che si tenta di sopprimere oppure quelle multiple, ossia date da combinazioni contrastanti, come la combinazione di gioia e invidia che puo' suscitare la notizia di un avvenimento molto positivo accaduto a un amico.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA