Lena e la cittadinanza scientifica di Sinnos (fonte: Sinnos)

Lena e la cittadinanza scientifica
Essere informati per saper scegliere

Non solo cittadini ma cittadini 'scientifici': dal cibo all'aria che respiriamo, tutti noi dobbiamo essere più consapevoli di quanto la scienza sia fondamentale per la nostra vita e necessario conoscerla. Ad aiutarci ci pensa “Lena e la cittadinanza scientifica” (Sinnos, 64 pagine, 13,00 euro) scritto da Maria Nicolaci con i disegni di Lucia Biagi alle prese con problema: decidere come trasformare il cortile della propria scuola, un parcheggio o un orto?

“La scelta per un sito per lo smaltimento dei rifiuti o la costruzione di una centrale termoelettrica; la limitazione del traffico per ridurre il livello delle polveri inquinanti; la sperimentazione e la commercializzazione di alimenti Ogm; l'utilizzo di cellule staminali di embrioni a scopi terapeutici e di ricerca: sono tutte questioni che riguardano l'intera società e fanno parte a pieno titolo delle decisioni politiche locali e nazionali”: nasce da queste riflessioni la necessità di una maggiore e diffusa conoscenza scientifica da parte di tutti.

A convinerci è Lena, la studentessa protagonista della storia a fumetti ricca di schede e approfondimenti, che vorrebbe poter dire la sua sulla trasformazione del cortile della scuola. Qual'è la scelta giusta? Non ci sono alternative possibili? E che cosa ne pensano i genitori e gli altri cittadini? I ragazzi vorrebbero capirne di più, partecipare alla discussione, fare delle proposte. L’unico modo è diventare “cittadini scientifici”, ovvero imparare come – informandosi, discutendo, ascoltando gli altri e dicendo la propria – si possa vivere e costruire un mondo migliore, da persone consapevoli e informate.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA