Sardegna

Covid: dodici casi di variante indiana nel sud Sardegna

I numeri dell'Aou: rilevato caso di nigeriana, prevale l'inglese

(ANSA) - CAGLIARI, 15 GIU - Dodici casi di delta, la nuova denominazione dell'indiana. Più un caso di nigeriana. Questo il quadro delle nuove varianti arrivate in Sardegna delineato dal direttore del laboratorio di analisi chimico-cliniche e microbiologia dell'Aou di Cagliari Ferdinando Coghe.
    "La situazione per il momento è sotto controllo - spiega all'ANSA - non si tratta di un focolaio significativo. A questo quadro sì deve aggiungere un problema nel nord Sardegna legato a un volo proveniente dal Regno Unito". Da parte dell'Azienda ospedaliera universitaria un invito alla massima prudenza: "È chiaro che diventano sempre più importanti e decisivi i controlli effettuati in ingresso - sottolinea Coghe - soprattutto dai Paesi con focolai o dove c'è incertezza sul quadro epidemiologico". Lotta al Covid anche con i sequenziamenti e le analisi effettuate nei laboratori dell'Aou.
    "Insieme ai controlli in porti e aeroporti è importante - precisa il direttore - il tracciamento dei positivi per ridurre o azzerare la circolazione del virus". Allerta variante indiana, ma al momento la diffusione più larga è quella della variante inglese riscontrata, riferisce Coghe, in 35 degli ultimi quaranta sequenziamenti. (ANSA).
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA


        Vai alla rubrica: Pianeta Camere



        Modifica consenso Cookie