Se hai scelto di non accettare i cookie di profilazione e tracciamento, puoi aderire all’abbonamento "Consentless" a un costo molto accessibile, oppure scegliere un altro abbonamento per accedere ad ANSA.it.

Ti invitiamo a leggere le Condizioni Generali di Servizio, la Cookie Policy e l'Informativa Privacy.

Puoi leggere tutti i titoli di ANSA.it
e 10 contenuti ogni 30 giorni
a €16,99/anno

  • Servizio equivalente a quello accessibile prestando il consenso ai cookie di profilazione pubblicitaria e tracciamento
  • Durata annuale (senza rinnovo automatico)
  • Un pop-up ti avvertirà che hai raggiunto i contenuti consentiti in 30 giorni (potrai continuare a vedere tutti i titoli del sito, ma per aprire altri contenuti dovrai attendere il successivo periodo di 30 giorni)
  • Pubblicità presente ma non profilata o gestibile mediante il pannello delle preferenze
  • Iscrizione alle Newsletter tematiche curate dalle redazioni ANSA.


Per accedere senza limiti a tutti i contenuti di ANSA.it

Scegli il piano di abbonamento più adatto alle tue esigenze.

Sardegna
  1. ANSA.it
  2. Sardegna
  3. "Basta disservizi della sanità in Gallura", sit-in a Tempio

"Basta disservizi della sanità in Gallura", sit-in a Tempio

Duecento persone davanti all'ospedale "Dettori"

Basta disservizi e basta tagli alla sanità". I cittadini della Gallura sono scesi in strada stamattina a Tempio Pausania, occupando pacificamente l'aera parcheggi dell'ospedale "Paolo Dettori" per opporsi allo "smantellamento" della struttura tempiese e chiedere il ripristino di tutti i servizi che latitano, non solo a Tempio, ma in tutta il nord est Sardegna.
    La manifestazione, organizzata dal "Comitato spontaneo cittadini della Gallura", ha radunato circa duecento persone che con striscioni e slogan hanno reclamato "la fine dei disservizi".
    "Dal taglio dei posti letto alla mancanza di medici e infermieri, fino alla scomparsa di interi reparti". Sono queste alcune delle recriminazione con cui i manifestanti accusano la Regione di avere "smembrato l'ospedale Dettori e il sistema sanitario della Gallura". I n piazza con i manifestanti anche il movimento Caminera Noa, da sempre in prima linea in difesa del diritto alla salute dei sardi: "Aderiamo alla protesta per dare forza e sostegno al territorio dell'Alta Gallura per il ripristino dei servizi precedenti alle due riforme sanitarie", spiega la coordinatrice nazionale Laura Farina Martinelli. "La mobilitazione popolare è necessaria a favore di una sanità pubblica ed efficiente, contro le logiche affaristiche e le politiche fallimentari poste in essere negli ultimi vent'anni da una classe dirigente che ha agito contro gli interessi dei cittadini sardi".
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA



        Vai al Canale: ANSA2030
        Vai alla rubrica: Pianeta Camere


        Modifica consenso Cookie