Sardegna
  1. ANSA.it
  2. Sardegna
  3. >ANSA-IL-PUNTO/COVID: contagi in calo e un morto in Sardegna

>ANSA-IL-PUNTO/COVID: contagi in calo e un morto in Sardegna

Rientro scuola, si valuta rinvio al 10 ma solo se c'è screening

(ANSA) - CAGLIARI, 03 GEN - Cala ancora la curva epidemiologica in Sardegna dove si registrano 543 nuovi casi di positività al Covid (erano 675 nella precedente rilevazione), sulla base di 2.420 persone testate. Solo tre giorni fa erano più del doppio, 1.209. Processati in totale, fra molecolari e antigenici, 6.637 tamponi per un tasso di positività dell'8,1%.
    I pazienti ricoverati nei reparti di terapia intensiva sono 18 (+1), quelli in area medica sono 174 (+15). Una vittima, una donna di 73 anni residente in provincia di Nuoro.
    Intanto dall'1 gennaio, a seguito della legge di riforma sanitaria, l'ospedale Marino di Alghero è passato dall'Ats all'Aou di Sassari e dalla stessa data all'azienda ospedaliero universitaria viene data anche la gestione del reparto Covid, sempre al Marino di Alghero, con 45 posti covid.
    Sempre l'Aou di Sassari fa sapere che nel 2021 sono nati 1.317 bimbi nella struttura complessa di Ginecologia e Ostetricia; 25 le neo mamme che erano affette da Coronavirus.
    Intanto, in vista del ritorno a scuola dopo le vacanze natalizie, il sindaco di Cagliari, Paolo Truzzu, propone alla Regione Sardegna screening di massa gratuiti su base volontaria e rientro in classe posticipato al 10 gennaio, utilizzando questi giorni per completare il giro di tamponi. Il primo cittadino ribadisce la sua contrarietà alla didattica a distanza, prospettata negli ultimi giorni dal servizio igiene pubblica dell'Ats per tutto il sud Sardegna a seguito dell'impennata dei contagi e del dilagare della variante Omicron nell'Isola. Replica a stretto giro l'assessore regionale dell'Istruzione, Andrea Biancareddu: "Non vedo la necessità di far rientrare gli studenti a scuola il 7 gennaio, potrebbero benissimo ricominciare il 10, ma solo se questi due giorni servissero a garantire un ritorno in sicurezza magari attraverso una campagna di screening a campione, altrimenti sarebbe solo un giorno di vacanza in più. Sono perché la scuola rimanga aperta, ho sempre pensato che la didattica a distanza possa essere discriminatoria - chiarisce l'assessore - ma credo anche che sia più realistica una campagna a campione perché ultimamente si registra una carenza di tamponi". (ANSA).
   

      RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

      Video ANSA


      Vai al Canale: ANSA2030
      Vai alla rubrica: Pianeta Camere



      Modifica consenso Cookie