Sardegna
  1. ANSA.it
  2. Sardegna
  3. Caso Ciro Grillo, udienza rinviata al 26 novembre per i 4 accusati di stupro

Caso Ciro Grillo, udienza rinviata al 26 novembre per i 4 accusati di stupro

La difesa conferma l'opzione del rito ordinario. Giulia Bongiorno, legale della vittima: 'L'enfasi mediatica mette a dura prova la mia assistita'. Il capo della Procura: 'Pronti a presentare le nostre richieste'

E' stata rinviata l'udienza sul caso che vede coinvolto Ciro Grillo e i suoi tre amici, Edoardo Capitta, Francesco Corsiglia e Vittorio Lauria, accusati di una presunta violenza sessuale di gruppo nei confronti di una ragazza italo-norvegese di 19 anni. Fatti risalenti al 17 luglio 2019 nella villa di Porto Cervo di proprietà di Beppe Grillo, padre di uno degli accusati. I quattro giovani non erano presenti in aula. L'udienza è stata rinviata per consentire una perizia sulle trascrizioni delle intercettazioni

"Abbiamo anticipato informalmente la scelta del rito ordinario, che formalizzeremo il 26 novembre in occasione della prossima udienza". A parlare a nome di tutti i difensori è l'avvocato Andrea Vernazza, confermando che Ciro Grillo e suoi amici Francesco Corsiglia, Edoardo Capitta e Vittorio Lauria non sceglieranno alcun rito alternativo nel procedimento che li vedi accusati di violenza sessuale di gruppo su una studentessa italo-norvegese. "L'udienza è stata aggiornata per consentire una perizia sulle trascrizioni delle intercettazioni", si è limitato ad aggiungere Vernazza.

"Ogni volta che la vicenda riemerge sui media, per la mia assistita è come spargere sale su una ferita ancora aperta, l'enfatizzazione mediatica è stata una prova pesante". Così l'avvocata Giulia Bongiorno, che assiste la ragazza dalla cui denuncia è scaturita la vicenda che coinvolge Ciro Grillo e tre suoi amici, entrando nel tribunale di Tempio, dove a breve si terrà l'udienza preliminare. "Ora siamo nella sede naturale, vediamo cosa succede", ha aggiunto. I 4 sono accusati di violenza sessuale di gruppo su una studentessa italo-norvegese. Fatti risalenti al 17 luglio 2019 nella villa di Porto Cervo di proprietà di Beppe Grillo. 
 "Salvo eccezioni preliminari, che però sono state già presentate nella scorsa udienza, oggi presenteremo le nostre richieste". L'ha annunciato il procuratore di Tempio, Gregorio Capasso, entrando in tribunale per l'udienza preliminare. 

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Video ANSA


Vai al Canale: ANSA2030
Vai alla rubrica: Pianeta Camere



Modifica consenso Cookie