Sardegna

Cavallette in centro Sardegna, Coldiretti chiede indennizzi

"Siano rapidi e congrui", appello per la prevenzione

Gli agricoltori dei 12 comuni che nella primavera scorsa hanno subito l'invasione delle cavallette nel centro Sardegna, chiedono gli indennizzi alla Regione per le perdite economiche dalle loro aziende. Non solo: la categoria rivendica anche una politica che punti alla prevenzione per gli anni a venire. A fianco c'è la Coldiretti Nuoro Ogliastra, che a conclusione del monitoraggio effettuato dall'agenzia Laore in collaborazione con le amministrazioni comunali e le aziende coinvolte, chiede di porre fine a una piaga che si presenta nel centro Sardegna per il terzo anno consecutivo.
    L'invasione infatti era iniziata nel 2019 nella valle del Cedrino, coinvolgendo i territori dei comuni di Ottana, Bolotana, Orani e Orotelli. La prevenzione chiesta dagli agricoltori però non c'è stata e il fenomeno si è allargato nel 2020 e ancora nella primavera di quest'anno, quando sono stati interessati dalle locuste 12 centri: Sedilo, Sorradile, Nughedu Santa Vittoria, Olzai, Ottana, Noragugume, Silanus, Bolotana, Illorai, Orani, Orotelli e Sarule.
    "Entro l'1 settembre - spiega il presidente di Coldiretti Nuoro Ogliastra Leonartdo Salis - le aziende agricole dovranno compilare un modulo che troveranno nel proprio comune per segnalate i danni subiti nelle proprie aziende. Serve - precisa - per completare il monitoraggio di Laore ed eventualmente integrarlo nel caso siano state omesse delle azienda e territori. Ci aspettiamo poi che la Regione, questa volta, indennizzi in tempi rapidi e in modo congruo le aziende che hanno subito perdite a causa di questo insetto vorace".
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA


        Vai al Canale: ANSA2030
        Vai alla rubrica: Pianeta Camere



        Modifica consenso Cookie