Sardegna

130 in isolameto a Seulo dopo festa in paese

Corsa a screening dopo accertamento di un positivo

Paura a Seulo per il ritorno del Covid. Si tratterebbe di un solo caso positivo, ma la preoccupazione è legata al fatto che in centotrenta, in paese, erano a una festa alla quale era presente anche la persona colpita dal virus. "Abbiamo diviso i partecipanti in tre fasce di rischio - spiega all'ANSA il sindaco Enrico Murgia - dai contatti più vicini e parenti agli altri, che erano magari solo presenti e hanno scambiato solo due parole con la persona colpita". Il primo cittadino precisa che il positivo aveva completato la somministrazione del vaccino lo scorso 12 luglio.

"Ora - annuncia Murgia - stiamo attivando, in collaborazione con l'Ats, uno screening per capire se ci sono stati contagi". Non prevista per ora un'ordinanza con nuove restrizioni. "Sarà più che altro un invito ai partecipanti alla festa a rispettare la quarantena per dieci giorni e a indossare la mascherina all'aperto - chiarisce il sindaco - Un invito perché la comunità si sta comportando in maniera molto responsabile. La festa si è svolta in un locale molto ampio, siamo fiduciosi e stiamo vivendo questo momento in maniera serena".

Il ritrovo si è svolto sabato, ma la persona risultata positiva, che non tornava in paese da almeno dieci mesi, ha accusato i primi sintomi la domenica. Rilevata la positività con un kit fai da te (poi confermata da ultieriori verifiche) ha subito avvisato il sindaco Murgia. Ora corsa ai tamponi: potrebbero essere effettuati già stasera nella palestra comunale.

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA


        Vai al Canale: ANSA2030
        Vai alla rubrica: Pianeta Camere



        Modifica consenso Cookie