Sardegna

Nuovo percorso per il Cammino minerario di Santa Barbara

5 km in più in coincidenza della zona industriale di Portovesme

(ANSA) - IGLESIAS, 19 LUG - Si arricchisce di un nuovo percorso il Cammino Minerario di Santa Barbara: un itinerario di 500 chilometri in 30 tappe nel Sulcis Iglesiente Guspinese, tra dune, falesie a picco sul mare, foreste, pozzi, gallerie, villaggi fantasma, binari, carrelli, laverie. E ora è stato inaugurato un nuovo sentiero di altri cinque chilometri che si aggiungono a quello già collaudato di 19 chilometri da Nuraxi Figus, frazione del Comune di Gonnesa, a Portoscuso, nel Sulcis.
    Il nuovo tracciato consente di passare a ridosso degli impianti industriali, attraversare tra il profumo di cisto e elicriso un bellissimo paesaggio con la straordinaria morfologia a tafoni scolpita dal vento nelle rocce vulcaniche rosse (Rio/iti) che affiorano diffusamente nel territorio. E' lo scenario che appare ai pellegrini-escursionisti. Abbandonato il vecchio percorso che si sviluppa a ridosso dell'area industriale e lungo la strada provinciale 82, possono ora raggiungere il centro abitato di Portoscuso. "ln tal modo gli impianti industriali non scompaiono, come vogliamo che sia perché fanno parte del patrimonio e della storia del territorio, ma restano in una cornice naturale che li colloca in armonia con il paesaggio circostante, tra il verde e il mare", sottolinea Giampiero Pinna, presidente della Fondazione Cammino minerario di Santa Barbara. Si tratta di un antico percorso minerario recuperato dalla Fondazione grazie al transito nei terreni messi a disposizione dalla Portovesme, l'azienda metallurgica fondata all'inizio degli anni Trenta d'intesa con il Comune di Portoscuso.
    "E' bastato ripristinare i vecchi sentieri del territorio per mostrare che l'industria possa essere compatibile con il turismo lento e con le attività agropastorali presenti lungo il percorso", aggiunge Pinna. Il nuovo percorso è stato inaugurato nei giorni scorsi con la benedizione del parroco di Portoscuso Don Giulio Demontis, alla presenza del sindaco di Portoscuso Giorgio Alimonda, Giampiero Pinna e dell'amministratore delegato di Portovesme Davide Garofalo. I dipendenti della Portovesme hanno dato il loro contributo installando la segnaletica.
    (ANSA).
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA


        Vai al Canale: ANSA2030
        Vai alla rubrica: Pianeta Camere



        Modifica consenso Cookie