Sardegna

Pallanuoto: l'Italia sfida a Cagliari Russia e Croazia

Ultimo appuntamento del Settebello prima delle Olimpiadi a Tokyo

(ANSA) - CAGLIARI, 06 LUG - Bracciate e gol nella piscina di Terramaini a Cagliari prima di volare alle Olimpiadi di Tokyo.
    Sei giorni di allenamento sino all'11 luglio. E soprattutto due amichevoli di lusso contro Croazia e Russia. La Waterpolo Sardinia cup partirà venerdì con la sfida tra Croazia e Russia.
    L'indomani l'esordio della Nazionale con la Croazia. Domenica gara con la Russia. Peccato, ci sarebbe dovuto essere anche il Giappone, ma la Nazionale nipponica ha dato forfait, giustificato, una ventina di giorni fa.
    Appuntamenti di lusso: il Settebello è campione del mondo in carica e vanta nel suo palmares tre ori alle Olimpiadi del 1948, del 1960 e del 1992. Il torneo era stata programmato per la scorsa estate ed era prevista anche la partecipazione della Spagna. Poi la pandemia aveva fatto saltare tutto, non solo il quadrangolare, ma anche le stesse Olimpiadi. Obiettivo primo posto. Il commissario tecnico Sandro Campagna sta già pensando al primo incontro con il Sud Africa il 25 luglio: "Stiamo lavorando sulla tattica e sulla testa- ha spiegato nella conferenza stampa di presentazione delle sfide- bisogna dosare i carichi di lavoro per arrivare pronti per le Olimpiadi. Ma anche così questa Nazionale è in grado di mostrare quello che sa fare.
    Veniamo da due sconfitte in World League. Ma chiaramente noi entreremo in vasca per vincere. Cosa serve per la medaglia d'oro? La testa. È in questo l'accoglienza della Sardegna può essere fondamentale".
    Il Settebello torna a Cagliari dopo dieci anni. Un evento sportivo, ma anche il modo migliore per una ripartenza dopo tanti mesi di piscine chiuse. "Gli appassionati sono in fibrillazione - ha detto il presidente del comitato sardo della Fin Danilo Russu - anche se questo triangolare coincide col periodo più nero attraversato dal movimento pallanuotistico isolano". Per le regole del distanziamento non ci sarà il tutto esaurito: le tribune saranno in gran parte riservate agli atleti delle squadre giovanili sarde. Ad accogliere la Nazionale anche il presidente regionale del Coni Bruno Perra, il sindaco di Cagliari Paolo Truzzu e l'assessore regionale del turismo Gianni Chessa. (ANSA).
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA


        Vai al Canale: ANSA2030
        Vai alla rubrica: Pianeta Camere



        Modifica consenso Cookie